Covid, studio di Moderna su booster bivalente specifico per Omicron - QdS

Covid, studio di Moderna su booster bivalente specifico per Omicron

Web-al

Covid, studio di Moderna su booster bivalente specifico per Omicron

Web-al |
giovedì 10 Marzo 2022 - 17:33

Moderna annuncia l'avvio di uno studio di fase 2 su un candidato vaccino booster bivalente contro Covid-19, denominato mRna-1273.214

Moderna annuncia l’avvio di uno studio di fase 2 su un candidato vaccino booster bivalente contro Covid-19, denominato mRna-1273.214. Si tratta di un prodotto mirato alla variante Omicron di Sars-CoV-2 – spiega l’azienda americana – che combina il candidato booster specifico per Omicron mRna-1273.529 con il vaccino anti-Covid Spikevax* (mRna-1273). Lo scudo ‘2 in 1’ è stato somministrato al primo partecipante al trial.

Lo studio

Lo studio ne estende uno precedente – precisa Moderna – e valuterà l’immunogenicità, la sicurezza e la reattogenicità di mRna-1273.214 come singola dose di richiamo negli adulti di età pari o superiore a 18 anni, che hanno precedentemente ricevuto il ciclo primario con due dosi di Spikevax e una terza dose dello stesso (dimezzata rispetto alle precedenti), con quest’ultima fatta almeno 3 mesi fa. Moderna prevede di arruolare circa 375 persone, in una ventina di centri negli Stati Uniti.

“Siamo lieti di iniziare questo studio sul nostro candidato booster bivalente che include il nostro candidato specifico per Omicron e il vaccino Moderna Covid-19” Spikevax, dichiara il Ceo della compagnia, Stéphane Bancel. “La nostra piattaforma mRna ci consente velocità e flessibilità per creare un vaccino su misura adatto a colpire nuove varianti che emergono – aggiunge – Il nostro obiettivo era rimanere al passo con il virus, e ci impegniamo a produrre e condividere dati con le autorità sanitarie pubbliche mentre si preparano per la stagione del richiamo autunnale”.

Moderna – ricorda la società – sta valutando il candidato booster anti-Omicron mRna-1273.529 singolarmente in uno studio di fase 2 negli Stati Uniti. Separatamente, lo sta testando inoltre in uno studio di fase 3 nel Regno Unito, in collaborazione con il National Institute for Health Research (Nihr). L’azienda prevede di iniziare presto a somministrare il bivalente mRna-1273.214 anche nel trial inglese.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684