Doc - Nelle tue mani, ultima puntata e arrivederci alla terza serie - QdS

Doc – Nelle tue mani, ultima puntata e arrivederci alla terza serie

web-dr

Doc – Nelle tue mani, ultima puntata e arrivederci alla terza serie

web-dr |
venerdì 18 Marzo 2022 - 11:09

Il medical drama, con Luca Argentero e Matilde Gioli, anche questa volta non ha tradito le aspettative, riconfermando il successo ottenuto al suo esordio

Si è conclusa ieri sera la seconda stagione di ‘Doc – Nelle tue mani. Il medical drama, con Luca Argentero e Matilde Gioli, anche questa volta non ha tradito le aspettative, riconfermando il successo ottenuto al suo esordio, con una media di 7 milioni di spettatori a puntata incollati allo schermo. Nella seconda stagione non sono mancati i colpi di scena, come la morte di Lorenzo Lazzarini nella prima puntata, con l’arrivo al Policlinico Ambrosiano del Covid-19. Ma non è stato l’unico personaggio a cui gli spettatori hanno dovuto dire addio.

Ci sarà la terza stagione di Doc?

Che ci sarà una terza stagione di ‘Doc – Nelle tue mani’ è abbastanza probabile dato il successo di pubblico nuovamente riscosso. In più il finale aperto dell’ultimo episodio porta ancora una volta in quella direzione. Doc è mostrato in reparto, nel suo primo giorno da primario, mentre indossa il camice e si dirige verso i nuovi specializzandi. “Sono il dottor Andrea Fanti, ma voi chiamatemi Doc. Cominciamo?“, la frase che rivolge alle giovani leve, con un sorriso verso la macchina da presa che strizza l’occhio ai tanti fan della serie, come a dire ‘ci vediamo presto’. Inoltre sulla pagina Fb della serie campeggia una scritta ‘Arrivederci’, che fa molto ben sperare.

Cosa è successo nell’ultima puntata di Doc

Nell’ultima puntata un batterio multiresistente si diffonde in corsia e ad essere contagiati non sono solo i pazienti ricoverati ma anche l’equipe del dottor Fanti. Il primo ad accusare sintomi è Riccardo, che perde i sensi e viene ricoverato. A stargli accanto c’è Alba, che questa volta non abbandonerà il reparto come è avvenuto durante l’emergenza Covid, quando è stata costretta ad isolarsi a causa della sua positività. Vuole restare a fianco al suo amato, come non ha potuto fare con la madre, morta a causa del Coronavirus.

Nel frattempo tutti nel reparto hanno saputo che Fanti ha staccato la bombola d’ossigeno a Lorenzo e quindi in qualche modo lo ritengono responsabile della morte del collega. Mentre volenti o nolenti i medici dell’Ambrosiano sono costretti a una quarantena forzata in ospedale, Agnese e Cecilia decidono di fare squadra per incastrare il nuovo direttore sanitario, Umberto Caruso.

La situazione intanto peggiora, non si trova un antibiotico in grado di sconfiggere il batterio che, nel frattempo, ha aggredito aggressivamente anche Alba. Bisogna decidere in fretta e Doc propone a Giulia di utilizzare un vecchio antibiotico che potrebbe funzionare. il medicinale però può generale gravi effetti collaterali epatici.

Giulia decide di procedere e i pazienti migliorano, tutti tranne una. (Attenzione spoiler). Alba riprende i sensi ma inizia a stare male, il suo fegato non funziona più e non si trova un donatore compatibile. Riccardo, che nel frattempo sta meglio, decide di raggiungerla, e tra i due si consuma un sofferto addio. Infine il congedo di Alba davanti a tutta la squadra (compreso Gabriel, che, tornato dall’Africa si è trovato nel mezzo del focolaio scoppiato in ospedale, ma ha deciso di restare e aiutare i colleghi nonostante fosse negativo, per riparare all’errore commesso durante la pandemia).

Dopo la dolorosa perdita subita, Giulia capisce perché Fanti ha preso la difficile decisione che ha portato alla morte di Lorenzo e decide di perdonarlo. Carolina però non riesce più a portare il fardello del segreto che la tormenta e rivela che è stata lei e non suo padre ad agire quel giorno, quando le bombole non c’erano e bisognava decidere a chi dare l’ossigeno.

Nel frattempo, risolta l’emergenza in reparto, Caruso è pronto a procedere, dopo l’avviso di garanzia inviato a Fanti per quanto accaduto durante la pandemia. Agnese e Cecilia hanno però scoperto che il direttore dell’Ambrosiano è coinvolto in loschi affari con un’azienda di prodotti sanitari, che, a scopo speculativo, aveva ritardato l’invio delle bombole di gas durante l’emergenza Covid.

Fanti finalmente può riavere il suo posto da primario, ma prima un altro colpo di scena, questa volta bello. Elisa e Gabriel decidono di mettersi il passato alle spalle e di sposarsi, con una bella cerimonia a cui partecipa tutta la squadra. (Dire)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684