Donna uccisa Bagheria, autopsia non chiarisce cause morte - QdS

Donna uccisa a Bagheria, dubbi dopo autopsia: Trovati piccoli tagli

web-sr

Donna uccisa a Bagheria, dubbi dopo autopsia: Trovati piccoli tagli

Redazione  |
giovedì 05 Gennaio 2023 - 08:24

Sono ancora numerosi gli aspetti da chiarire sulla morte di Teresa Spanò, l'insegnante uccisa dalla figlia 17enne a Bagheria. Ecco cosa non torna.

Non sono ancora stati sciolti tutti i dubbi intorno alla morte di Teresa Spanò, l’insegnante uccisa dalla figlia di 17 anni a Bagheria, in provincia di Palermo, la notte tra il 1° e il 2 gennaio.

Ieri è stata effettuata l’autopsia nell’istituto di medicina legale dell’ospedale Policlinico di Palermo, senza però chiarire tutte le cause del decesso. Il medico legale aveva riscontrato sul corpo della vittima segni di soffocamento e strangolamento.

Donna uccisa a Bagheria, qualcosa non torna

Saranno gli esami tossicologici a stabilire se la donna potesse aver ingerito dei farmaci e se questi avessero già stordito la donna al punto da renderla indifesa e consentire alla figlia – tra l’altro di corporatura esile – di infierire.

Durante l’autopsia sarebbero stati riscontrati anche dei piccoli tagli, pur non assimilabili tra le possibili case di morte. A tal proposito potrebbero essere necessari ulteriori accertamenti sul corpo dell’insegnante.

Donna uccisa a Bagheria, la confessione della giovane

La giovane, nel corso dell’interrogatorio ha cambiato più volte versione davanti alla procuratrice Claudia Caramanna del Tribunale dei Minorenni. Alla fine, comunque, avrebbe ammesso di aver ucciso la madre soffocandola al termine dell’ennesima lite.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001