Economia verde, giro d’affari da 17 miliardi. A Milano il doppio delle imprese dell’Isola - QdS

Economia verde, giro d’affari da 17 miliardi. A Milano il doppio delle imprese dell’Isola

Rosario Battiato

Economia verde, giro d’affari da 17 miliardi. A Milano il doppio delle imprese dell’Isola

martedì 17 Settembre 2019 - 00:00
Economia verde, giro d’affari da 17 miliardi. A Milano il doppio delle imprese dell’Isola

Camera di commercio: aziende green in crescita anche in Sicilia, ma rappresentano solo il 5% nazionale. Oltre 21 mila gli addetti siciliani del settore, principalmente nei servizi per edifici e paesaggio

PALERMO – Dalla mobilità ecologica passando per la pulizia degli edifici e la cura del paesaggio, l’ambiente rende buone affari per quelle 80 mila imprese italiane e circa mezzo milione di addetti che lavorano per rendere migliore e più sostenibile il territorio. Si tratta di un giro d’affari da 17 miliardi di euro, come confermato dall’ultimo studio della Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi su dati del registrato delle imprese al secondo trimestre dell’anno in corso. Numeri in crescita anche nel confronto effettuato con lo stesso periodo del 2018 e del 2014. Anche la Sicilia continua ad avanzare, ospitando appena il 5% del totale delle imprese nazionali.

NUMERI NAZIONALI
Sono cresciute di quasi 10 mila unità le imprese green in Italia nell’arco di appena 5 anni. Tra il il 2014 e il 2019, considerando il secondo trimestre, si è passati da 71 mila a poco più di 80 mila. Un tasso di crescita che è stato pari a 1,5%, tra il 2018 e il 2019, e del 12,5% prendendo in considerazione tutto il quinquennio. Una crescita che vale 532.488 addetti a livello nazionale, con una concentrazione particolarmente decisa, pari a 495 mila unità, nel settore dell’attività di servizi per edifici e paesaggi.

TRAINA LA LOMBARDIA
A dettare il ritmo della crescita è stata soprattutto la Lombardia che al secondo trimestre dell’anno in corso ha messo assieme 17.615 imprese, circa mezzo migliaio in più dello stesso periodo nell’anno precedente e tremila in più rispetto al 2014. La crescita della regione è stata vorticosa: +18,4% nel corso dell’ultimo quinquennio. A guidare la carica è Milano, una provincia che da sola 7.618 imprese, più della Sicilia come vedremo tra poco.

IN SICILIA SOLO IL 5% DEL TOTALE NAZIONALE
Non ingannino i numeri con segno positivo. È vero che la Sicilia ha registrato un segno + del 7,1%, tra i primi due trimestri del 2014 e i corrispettivi del 2019, e di poco meno del 2% tra il 2018 e il 2019, ma il dato in valore assoluto resta pari a 4.234, cioè l’ottavo nazionale.

DISTRIBUZIONE PROVINCIALE VINCE PALERMO
In cima alla graduatoria interna all’Isola domina la provincia del capoluogo con più di un migliaio di imprese (1.026), seguita da Catania (880) e quindi da Messina (614). Malissimo Caltanissetta ed Enna che sono risultate tra le poche in tutta Italia ad aver fatto registrare qualche passo indietro, fornendo dei numeri negativi, mentre a segnare la strada è il grande balzo di Palermo (+13% tra il 2014 e il 2019), di Agrigento (+11,2%) e di Catania (+9,3%).

TIPOLOGIE DI IMPRESE E OCCUPATI
Gli addetti siciliani al settore sono 21.680, principalmente nel settore delle attività di servizi per edifici e paesaggio (20.541). In questo ambito operano, infatti, ben 3.102 imprese siciliane.

RECORD NAZIONALI
La prima provincia siciliana nella graduatoria nazionale per numero di imprese è stata Palermo, a quota 1.026, che si piazza alla postazione numero 17. Tra le province che sono risultate prime per crescita nell’ultimo quinquennio non si trova invece nessuna siciliana. A guidare la classifica Como, poi seguita da Pistoia, Bergamo, Napoli, Pesaro e Urbino, e Monza e Brianza, per restare legati ai primi cinque nomi, che hanno fatto registrare una percentuale di crescita superiore al 21%.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684