Elena Manuele, da Amici21 a Lourdes il passo è breve! - QdS

Elena Manuele, da Amici21 a Lourdes il passo è breve!

web-dr

Elena Manuele, da Amici21 a Lourdes il passo è breve!

Sandy Sciuto  |
giovedì 28 Aprile 2022 - 12:30

Elena Manuele, originaria di San Gregorio di Catania, interpreterà Bernadette nella versione italiana del musical francese “Bernadette de Lourdes”.

Elena Manuele, originaria di San Gregorio di Catania, interpreterà Bernadette nella versione italiana del musical francese “Bernadette de Lourdes”. La presentazione ufficiale della produzione italiana è avvenuta lo scorso 11 aprile a Lourdes dove sono ripresi gli spettacoli del musical che in Francia ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica.

Il racconto delle apparizioni mariane

 “Bernadette de Lourdes” è il racconto delle apparizioni mariane alla giovane Bernadette Soubirous del 1858, in una grotta poco distante dal piccolo sobborgo di Massabielle. Attraverso i resoconti ufficiali dell’epoca lo spettatore rivive l’avventura della giovane contadina di 14 anni, in uno spettacolo coinvolgente e dal messaggio universale.

Ideatori del progetto sono Roberto Ciurleo e Ėléonore de Galard. La regia è di Serge Denoncourt, musiche di Grégoire, testi Lionel Florence & Patrice Guirao. La versione italiana è curata da Vincenzo Incenzo.

L’esperienza ad Amici21

Dopo aver vinto nel 2018 Sanremo Young e aver partecipato da novembre a gennaio di quest’anno ad Amici21, Elena Manuele continua ad inseguire il suo sogno fatto di musica.

Non solo sarà Bernadette, ma dopo l’uscita dal talent di Canale 5, ha rilasciato due singoli “Confusione” e “Basta” che stanno riscuotendo molto successo. Amata e apprezzata da un fandom che la sostiene in ogni progetto, Elena Manuele vanta numeri da capogiro sui social. Basti pensare che su Instagram ha più di 87mila followers e su TikTok più di 2,5 milioni di like.

Un talento siciliano capace di coinvolgere con la sua voce e che a soli vent’anni ha già dimostrato di poter essere presente e futuro della musica italiana.

Vestirai i panni di Bernadette, la protagonista nella versione italiana del musical francese “Bernadette de Lourdes”. Com’è nata questa opportunità?

“Credo tanto nel destino e stavolta proprio il destino ha voluto che questa occasione arrivasse a me. Fatima, la coordinatrice italiana del musical, mi ha chiamata nel maggio 2021. Rispose mia madre e le spiegò il progetto e che avrebbero fatto i casting. Fatima aveva visto alcuni dei miei video e le ero piaciuta molto. Ho partecipato ai casting che si sono tenuti a luglio a Roma. C’erano il produttore e il regista del musical. Dopo una settimana, mi hanno richiamata, dicendomi che ero piaciuta e che avrebbero avuto il piacere di avermi come protagonista all’interno del musical”.

Ti stai già preparando o è ancora presto?

“È ancora presto, ma sto studiando dizione. Ho frequentato una scuola di musical per un anno, ma poi ho smesso. Dato che sia la dizione sia la recitazione sono importanti, prenderò lezioni. Avvicinandoci all’estate del prossimo anno, inizieranno le prove perché il musical andrà in scena a settembre 2023”.

Cosa senti di avere in comune con Bernadette?

“Il regista mi ripete sempre: ‘Sei testarda come i siciliani. Tu ragazza siciliana incarni alla perfezione Bernadette’ (ndr. Ride). Avendo visto il musical e conoscendo la storia e il lato caratteriale di Bernadette, mi sento vicina a lei. Sono testarda e determinata proprio come lei”.

Questa determinazione ti ha portata lontano. Dopo la partecipazione ad Amici 2021, hai rilasciato due singoli “Confusione” e “Basta”. Per entrambi i brani hai collaborato con Riccardo Scirè.

“È nato tutto tramite la mia agenzia perché nel 2019 hanno organizzato questo incontro. Lo scopo dell’incontro era cercare di far nascere un pezzo. Quindi, era importante capire come ci saremmo trovati a cimentarci nella scrittura. Mi sono trovata più che bene con Riccardo perché è veramente un professionista. In ciò che fa è bravissimo. In un giorno – ricordo ancora era novembre 2019 – abbiamo chiuso un brano ossia “Basta”. “Confusione”, invece, è un brano che mi è stato donato, scritto da Jacopo Ettore e pubblicato a febbraio”.

Cosa ti piace del lavorare con Riccardo Scirè?

“Riccardo è riuscito a intuire subito cosa poteva piacermi e cosa no”.

Ci saranno altre occasioni?

“Certo che sì! Il punto è organizzarsi, perché anche Riccardo è molto impegnato. In futuro, non mancherà occasione”.

“Confusione” e “Basta” fotografano due momenti della tua vita.

“’Basta’ è una canzone che ho scritto nel 2019. È una sorta di grido liberatorio. Mi trovavo in situazioni dalle quali non riuscivo ad uscire. Ad es. la storia con il mio fidanzato di allora. Siamo stati insieme 4 anni e ci sono stati dei momenti in cui non andavamo tanto d’accordo e non riuscivo a troncare. Adesso la sento più mia rispetto a quando l’ho scritta.

“Confusione”, invece, è nata quest’estate. Quando l’ho registrata, non avevo una persona ben precisa a cui dedicarla. Parlo di una confusione generale e non è detto che mi riferisca ad una situazione in particolare”.

Cosa oggi ti crea confusione?

“Tante cose. Per quanto io sia una persona determinata, sono tanto indecisa. Entro in confusione e ho difficoltà nell’immediatezza a prendere una decisione e accade su qualsiasi campo”.

E a cosa oggi dici basta?

“Dico basta alle dipendenze affettive. La canzone è nata con questo scopo ed è rimasto questo. Dato che mi capita spesso di dare troppo quando inizia qualcosa, mi dico basta affinché non succeda più”.

Prima e dopo Amici21, sei sempre stata molto seguita sui tuoi social dove pubblichi tue performance. Oggi vanti una community davvero attenta, vivace e affezionata. Come si costruisce un rapporto del genere?

“Mostrando sempre gratitudine. Da quando sono uscita da Amici21, ho sempre cercato di farmi vedere presente sui gruppi creati su Instagram dalle varie fanpage. Quello che faccio sempre è ringraziarli perché credo non sia mai scontato ringraziare delle persone che ti seguono giorno dopo giorno”.

Parlo anche della community formatasi già prima di Amici21…

“Pensa che da Sanremo Young, ci sono persone che continuano a seguirmi a distanza di 4 anni e sono molto legate a me. È una cosa che mi fa tanto piacere così come scoprire che nella community ci sono persone più grandi che mi seguono e mi apprezzano”.

La fruizione della musica è cambiata così come il raccontarsi. I social hanno preso il sopravvento. Quanto conta il connubio social e musica oggi?

“Mi piace molto utilizzare i social per comunicare. Non mi è mai pesata e non mi peserà nel futuro. Tutti i miei profili sono nati con lo scopo di far conoscere la mia musica”.

Sei stata allieva di Amici21. Cosa ti ha insegnato questa esperienza?

“Mi sento grata ad Amici perché mi ha dato una svegliata. L’esperienza non è andata come mi aspettavo, però sono grata perché, prima di entrare ad Amici, mi ero fermata con la musica. Era come se avessi altre priorità rispetto alla musica. Dopo Amici, invece, è nata in me più che mai la voglia di continuare con la musica e di vivere di questo”.

Quando sei uscita da Amici21, Rudy Zerbi ha parlato di una identità musicale non ben definita. Sono passati mesi, hai trovato la tua identità musicale?

“Trovata è un parolone, ma credo di essere sulla strada giusta”.

Manca poco alla fine di Amici21, chi vorresti che vincesse?

“Preferisco non rispondere mai a questa domanda perché voglio bene a tutti quanti. Penso che ognuno di loro per essere lì possieda tanto tanto talento. Qualunque persona vincerà, sarò ugualmente felice”.

Sei siciliana, qual è il rapporto con la tua terra?

“Sono tanto legata. Finita la scuola, ho sentito l’esigenza di lasciare la mia terra perché per realizzare i miei obiettivi non ci sono tante opportunità. Quando ad ottobre scorso mi sono trasferita a Roma, ho tanto sentito la mancanza del mare. Infatti, è la prima cosa che sono andata a rivedere quando sono tornata”.

Cosa c’è in agenda per i prossimi mesi?

“Ci sono dei progetti in programma, ma sono scaramantica e non li dico mai”.

Sandy Sciuto

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684