Elezioni, in Sicilia vota 1 elettore su 2: dati di Politiche e Regionali - QdS

L’Election Day non trascina la Sicilia al voto, metà degli elettori resta a casa

web-sr

L’Election Day non trascina la Sicilia al voto, metà degli elettori resta a casa

web-sr |
lunedì 26 Settembre 2022 - 07:39

Altissima l'astensione in Sicilia, così come nel resto dell'Italia. Manca l'effetto traino delle elezioni Regionali nell'Isola.

Alta, altissima l’astensione in Sicilia in occasione del doppio voto delle elezioni Politiche e Regionali.

Così come accaduto nel resto del Paese, dove a recarsi alle urne è stato meno del 64% degli aventi diritto, nell’Isola la tendenza all’astensionismo ha assunto aspetti ancora più drammatici.

Elezioni, bassa partecipazione alle Politiche

A urne chiuse, infatti, a recarsi nel seggio elettorale per le Politiche è stato soltanto il 57,35% dei siciliani. Si è rivelato abbastanza tenue, infatti, il traino delle elezioni Regionali per il rinnovo dell’Ars e della figura del governatore.

Complessivamente, la Sicilia segna numeri in linea con le altre Regioni del Meridione, dove si votava soltanto per Camera e Senato. In Basilicata ha votato il 58,77%, in Puglia il 56,56%, in Campania il 53,25% e in Calabria appena il 50,79% (dato peggiore).

Questo il dettaglio dell’affluenza nelle province siciliane: ad Agrigento ha votato il 58,30%, a Caltanissetta il 54,01%, a Catania il 58,95%, a Enna il 61,27%, a Messina il 62,43%, a Palermo il 56,42%, a Ragusa il 52,70%, a Siracusa il 54,43% e a Trapani il 54,05%.

Per quanto riguarda i Comuni, il più “virtuoso” è stato Petralia Soprana, in provincia di Palermo: ha votato il 73% della popolazione. Record negativo, invece, per Acquaviva Platani, in provincia di Caltanissetta, dove solo il 16,89% degli aventi diritto si è recato alle urne. Solo 520 lettori su 3.078 iscritti nelle liste elettorali.

Elezioni, alle Regionali vota solo la metà dei siciliani

Ancora più basso il dato relativo all’affluenza per le elezioni Regionali. Alle 23 di ieri ha votato soltanto il 48,62% degli elettori. Per le singole province Agrigento segna il 41,46%, Caltanissetta il 40,81%, Catania il 52,24%, Enna il 39,99%, Messina il 53,4% (la più alta dell’Isola), Palermo il 50,14%, Ragusa il 47,08%, Siracusa il 48,37% e Trapani il 48,12%.

Su un totale di 4.627.146 aventi diritto, si sono presentati alle urne 2.249.870 elettori. Alle precedenti elezioni Regionali aveva votato il 46,75 % degli elettori.

Lo scrutinio per il presidente della Regione e i deputati dell’Ars nelle 5.293 sezioni della Sicilia inizierà alle 14.

Ars, come sarà

Settanta i deputati dell’Assemblea regionale siciliana che saranno eletti. Questa la ripartizione dei seggi: 62 attribuiti con il sistema proporzionale puro e soglia di sbarramento al 5 per cento a livello regionale (16 a Palermo, 13 a Catania, 8 a Messina, 6 ad Agrigento, 5 a Siracusa e a Trapani, 4 a Ragusa, 3 a Caltanissetta e 2 a Enna); 1 seggio spetta al candidato alla Presidenza della Regione eletto e 1 seggio al candidato governatore arrivato secondo nelle preferenze.

Infine, 6 seggi vengono assegnati all’interno della lista regionale del candidato presidente (cosiddetto listino): si tratta, in sostanza, di una lista bloccata che funziona da premio di maggioranza e consente alla coalizione collegata al Presidente della Regione eletto di ottenere al massimo 42 seggi all’Ars. I seggi a tal fine non utilizzati sono distribuiti, con criterio proporzionale, alle liste di minoranza che abbiano superato lo sbarramento.

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001