Enna, promessa sindaco, un Bilancio per chi ha bisogno - QdS

Enna, promessa sindaco, un Bilancio per chi ha bisogno

Antonino Lo Re

Enna, promessa sindaco, un Bilancio per chi ha bisogno

sabato 04 Aprile 2020 - 00:00
Enna, promessa sindaco, un Bilancio per chi ha bisogno

Avviata in questi giorni, intanto, l’iniziativa del Banco alimentare con quattro centri di distribuzione. Si lavorerà su un documento “quasi interamente dedicato a chi è in difficoltà economica”

ENNA – Il Comune capitanato dal sindaco Maurizio Dipietro si sta adoperando per fronteggiare al meglio l’emergenza Coronavirus e soprattutto per supportare le fasce più deboli della popolazione. Con questo obiettivo l’Amministrazione ennese ha dato vita al Banco alimentare, attività che dà l’opportunità a chi ne ha bisogno, di ottenere gratuitamente generi di prima necessità, alimentari e non.

“L’iniziativa – ha spiegato il sindaco – è prioritariamente rivolta ai tanti piccoli artigiani, commercianti o dipendenti di piccole ditte che fino al mese scorso avevano un introito che ora, a causa del protrarsi delle misure adottate per il contenimento del contagio da Covid-19 non ce l’hanno più. Per finanziare i Banchi alimentari e tutte le iniziative a sostegno delle fasce più deboli, utilizzeremo le risorse che si sono, gioco forza liberate in conseguenza del blocco di ogni attività pubblica di questi mesi”.

Sono stati predisposti quattro centri di distribuzione dei pacchi spesa ai cittadini: il Teatro comunale di piazza Umberto I a Enna alta; il centro polifunzionale di via Dello Stadio 1, sempre a Enna alta; il Palazzetto dello Sport comunale di piazzale Decoubertin a Enna bassa; la scuola materna Neglia di via Claudiano a Pergusa.

I cittadini che necessitano della spesa potranno effettuare richiesta, dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,30 ai numeri messi a disposizione dal Comune o scrivendo all’indirizzo email assistenza@comune.enna.it. I modelli di autocertificazione sono disponibili sul sito internet dell’ente ennese. Per quanto riguarda la prima richiesta, è prevista una fornitura iniziale che comprende anche beni durevoli sufficienti per l’intero mese. Successivamente, ogni dieci giorni, verrà consegnato un altro pacco con beni sufficienti per ulteriori dieci giorni. Dopo la prima richiesta le successive distribuzioni sono programmate con cadenza di dieci giorni.

Ma l’intervento dell’Amministrazione Dipietro non si ferma qui. Sono previste altre risorse per sostenere le difficoltà economiche della cittadinanza attraverso l’approvazione del Bilancio di previsione. “Nelle prossime settimane – ha concluso il primo cittadino – se, come sembra più che possibile, l’emergenza dovesse continuare, proporremo l’approvazione di un bilancio di previsione che sia quasi unicamente destinato a sostenere chi è in difficoltà economica a causa del Coronavirus. Andrà tutto bene. Insieme ce la faremo”.

Twitter: @AntoninoLoRe

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684