Fase 3, nel post-lockdown fioriscono i negozi cashless only - QdS

Fase 3, nel post-lockdown fioriscono i negozi cashless only

redazione

Fase 3, nel post-lockdown fioriscono i negozi cashless only

giovedì 27 Agosto 2020 - 00:00

L’Osservatorio SumUp sulle abitudini dei commercianti. Negozianti e clienti iniziano a preferire i pagamenti digitali ai contanti. A trainare la “piccola rivoluzione” è il settore Food

ROMA – In questa estate post-lockdown, i pagamenti digitali si confermano alleati della ripresa economica del Paese. Secondo il sondaggio (condotto su un campione di oltre 20.000 commercianti di tutta Italia) e i dati dell’Osservatorio di SumUp, la fintech specializzata in lettori di carte portatili e soluzioni di pagamento per pmi e piccoli commercianti, sia durante che post lockdown oltre la metà dei commercianti (51,3%) ha adattato il proprio business implementando i servizi di delivery e le vendite online e valorizzando o introducendo i pagamenti cashless.

Una svolta apprezzata sia dai consumatori, che nel 41% dei casi ha aumentato i pagamenti cashless, che dai commercianti stessi: circa il 15% ha infatti dichiarato di aver deciso, come misura successiva all’emergenza sanitaria, di privilegiare i pagamenti cashless, in particolare in modalità contactless, anche per piccole cifre.

I pagamenti elettronici permettono, infatti, di velocizzare le operazioni di cassa, garantire il rispetto delle distanze interpersonali ed evitare lo scambio di cartamoneta. Una tendenza che si registra in tutta Italia: ‘‘Le transazioni stanno aumentano ovunque e in tutti i settori, anche quelli tradizionalmente più legati all’uso del contante, mostrando una ripresa positiva e una crescita generale media del 20% delle transazioni settimana su settimana’’, spiega Umberto Zola, Country Growth Lead Italia di SumUp.

Ad inizio agosto, ad esempio, il più alto tasso di transazioni si è registrato in Campania (dove sono cresciute del 57% in una settimana), seguita da Sicilia (+45%), Lombardia e Lazio e ci si aspetta un’ulteriore crescita grazie alla nuova detrazione del 30% sui costi di transazione e il meccanismo di cashback recentemente introdotti.

A farla da padrone nella rivoluzione cashless è il settore Food & Grocery, con volumi di transato sempre superiori a quelli pre-Covid. Da fine luglio, inoltre, SumUp ha rilevato interessanti crescite per la categoria Apparel e Abbigliamento (+38% settimana su settimana) probabilmente legata alla partenza dei saldi e Beauty & Barbers (+11% settimana su settimana), nonché segnali positivi dal mondo ristorazione sebbene i volumi rimangano inferiori ai normali livelli che si registrano durante la stagione turistica.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684