Festival della moda a Caltanissetta: stop tra le polemiche, scontro tra gli organizzatori e il Comune - QdS

Festival della moda a Caltanissetta: stop tra le polemiche, scontro tra gli organizzatori e il Comune

Annalisa Giunta

Festival della moda a Caltanissetta: stop tra le polemiche, scontro tra gli organizzatori e il Comune

martedì 01 Ottobre 2019 - 00:00
Festival della moda a Caltanissetta: stop tra le polemiche, scontro tra gli organizzatori e il Comune

La Giunta: impossibile vagliare a stretto giro un contributo economico che supera i 15 mila euro. I responsabili della manifestazione: “Nessuna considerazione dall’Amministrazione”

CALTANISSETTA – Annullata, almeno per il momento, l’edizione 2019 del MedModa, festival internazionale della moda che si sarebbe dovuto svolgere in città il prossimo 25 ottobre. A darne notizia è stato il patron della manifestazione Massimo Pastorello, il quale ha puntato il dito contro l’indifferenza dell’Amministrazione comunale.

“Nei mesi di lavoro trascorsi per la realizzazione dell’evento – ha detto – l’organizzazione era riuscita, come ogni anno, a coinvolgere in qualità di sponsor, numerose aziende a sostegno del progetto MedModa. L’ultimo tassello, il più importante, quello relativo all’interlocuzione con l’Amministrazione comunale, è stato vanificato da un sostanziale atteggiamento di indifferenza. Sia l’incontro con il sindaco Roberto Gambino che quello con l’assessore competente Grazia Giammusso, non hanno prodotto alcun risultato circa la valorizzazione dell’evento”.

“Comprendiamo – ha aggiunto – le legittime aspirazioni della nuova Amministrazione, desiderosa di imprimere una diversa connotazione all’ambito dello spettacolo e dell’intrattenimento della città, ma ci preme sottolineare e ricordare che mai in 23 anni di storia del MedModa era accaduto che il programma della manifestazione venisse così platealmente ignorato”.

A replicare ci ha pensato proprio l’assessore Giammusso: “Noi riteniamo – ha affermato – che tutte le proposte siano meritevoli di grande attenzione, ma quelle per le quali si richiede un contributo all’Amministrazione molto oneroso, che supera i 15 mila euro, non possono essere vagliate a stretto giro. Chi gestisce i soldi pubblici deve avere la certezza assoluta che qualsiasi somma, qualsiasi euro speso debba avere una ricaduta a 360 gradi sul territorio, non solo d’immagine ma anche economici”.

“Quello che si stava valutando – ha concluso – era di capire come il MedModa potesse dare un impatto di grande risonanza all’intero tessuto economico della città, anche perché l’organizzatore non ha portato delle statistiche o conoscenze in tal senso. Avremmo dovuto avere il tempo di analizzare questo aspetto”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684