Green pass anche al supermercato e i no vax vogliono bloccare stazioni - QdS

Green pass anche al supermercato e i no vax vogliono bloccare stazioni

Luigi Ansaloni

Green pass anche al supermercato e i no vax vogliono bloccare stazioni

sabato 28 Agosto 2021 - 12:55

La proposta arriva da una delle forze di Governo, più precisamente dall'ex sottosegretaria, ora responsabile della Salute nel Partito democratico e consigliere del ministro Speranza, Sandra Zampa

Si pensa al green pass anche nei supermercati. La proposta arriva da una delle forze di Governo, più precisamente dall’ex sottosegretaria, ora responsabile della Salute nel Partito democratico e consigliere del ministro Roberto Speranza, Sandra Zampa.

Certificazione verde per il momento è richiesta ristoranti al chiuso nelle Rsa, nei cinema e nei teatri, per gli eventi sportivi e culturali. Da settembre sarà obbligatoria anche per i trasporti a lunga percorrenza e per gli insegnanti, ma per la Zampa il pass dovrebbe essere richiesto anche nei supermercati: “Dipendesse da me lo renderei obbligatorio anche per entrare al supermercato. Se può rappresentare una ulteriore spinta per convincere gli indecisi a prendere l’appuntamento con le due dosi, varrebbe la pena prevederne un uso a tutto raggio”.

“Bisogna avere il coraggio di dire senza incertezze – prosegue l’ex sottosegretaria alla Salute – che nessuna sanzione regge di fronte al rischio di ammalarsi di una malattia che può procurare tanti danni anche successivi alla guarigione. E poi non riesco proprio a capire per quale motivo chi si vaccina deve correre il pericolo di essere penalizzato dalla presenza di un no vax.

Esprime una cultura sindacale vecchio stampo che non fa i conti con il nuovo, con la globalizzazione della salute. Il virus sembrava relegato in un angolo della Cina invece è penetrato ovunque con conseguenze tragiche”.

PROTESTE PER IL GREEN PASS SU TRENI

Sono 54 le città in cui il prossimo 1 settembre è annunciato un blocco delle stazioni ferroviarie per manifestare contro l’obbligo del green pass che entrerà in vigore in quella data per chi viaggia sui treni a lunga percorrenza.

“Non ci fanno partire con il treno senza il passaporto schiavitù? Allora non partirà nessuno”, si legge sulla chat Telegram intitolata ‘Basta dittatura’ dove fino a ora sono state organizzate le manifestazioni dei ‘no Green pass’. Per tutti, l’incontro tra i manifestanti è previsto alle 14,30 davanti alle stazioni indicate. Poi, si legge nell’annuncio “alle 15 si entra si resta fino a sera”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684