Putin, "Ucraini e russi sono un solo popolo" - QdS

Putin, “Ucraini e russi sono un solo popolo”

web-pv

Putin, “Ucraini e russi sono un solo popolo”

web-pv |
giovedì 03 Marzo 2022 - 18:31

I militari della Federazione russa "combattono in Ucraina affinché nessuno minacci la sicurezza della Russia, il nostro popolo è orgoglioso delle forze armate", ha detto Putin

Il presidente russo Vladimir Putin si è rivolto oggi di nuovo ai russi affermando che “russi e ucraini sono un solo popolo”. Lo riferisce l’agenzia di stampa France Presse. L’operazione militare iniziata otto giorni fa – ha detto ancora il presidente russo – “si svolge secondo i piani”. I militari della Federazione russa “combattono in Ucraina affinché nessuno minacci la sicurezza della Russia, il nostro popolo è orgoglioso delle forze armate”.

Sussidi per feriti in guerra

“Tutti i militari feriti in Ucraina riceveranno sussidi”, ha detto il presidente russo intervenuto in occasione della riunione del Consiglio di Sicurezza nazionale, che ha “reso omaggio alle vittime” tra le forze russe dell’operazione militare in Ucraina. Putin ha affermato che “tutti i compiti assegnati vengono svolti con successo”. Il presidente russo ha aggiunto che a tutti i famigliari del personale militare morto in Ucraina saranno pagati oltre 7 milioni di rubli.

“Civili come scudi umani”

Putin ha accusato oggi “nazionalisti e formazioni neonaziste” ucraine, e tra questi anche “mercenari stranieri, compresi quelli provenienti dal Medio Oriente”, di usare i civili come scudi umani. “Nazionalisti e formazioni neonaziste, e tra loro ci sono anche mercenari, compresi quelli provenienti dal Medio Oriente, si nascondono dietro i civili (usati) come scudi umani”, ha accusato il presidente russo, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Ria Novosti. “Io – ha proseguito – ho già detto che ci sono dati fotografici obiettivi di come essi piazzano equipaggiamento militare pesante in aree residenziali della città”. Putin ha sostenuto che la parte ucraina non sta “mantenendo le promesse” di liberare queste aree residenziali. “Invece di rispettare le promesse di rimuovere dalle aree residenziali, dagli asili, dagli ospedali questo equipaggiamento, al contrario vi dispiegano carri armati, artiglieria e mortai”.

Ancora morti a Chernihiv

Il bilancio delle vittime dell’attacco di oggi delle forze russe nella città di Chernihiv, nel Nord dell’Ucraina, ha ora raggiunto 22. Lo hanno affermato i servizi di emergenza ucraini precisando che i corpi di almeno 33 civili sono stati recuperati dalle macerie. In precedenza il governatore di Chernihiv aveva affermato che almeno nove persone erano state uccise e quattro ferite a seguito di un attacco aereo che ha colpito due scuole e case private. La stampa locale ha detto che c’erano diverse scuole, asili nido e un ospedale nella zona vicina.

“Usa sapevano del progetto nucleare di Kiev”

Gli Stati uniti erano a conoscenza del fatto che l’Ucraina stava sviluppando armi nucleari ed erano pronti ad aiutare Kiev in questa impresa. L’ha affermato il capo dell’intelligence russa Sergei Naryshkin secondo l’agenzia di stampa Ria Novosti. “Non solo noi ma anche gli americani sapevano questa cosa. Allo stesso tempo, non solo hanno omesso di prevenire la realizzazione di questi piani, ma erano anche pronti, come loro ben sanno, a offrire aiuto agli ucraini, ovviamente sperando che i missili ucraini con testate nucleari sarebbero stati diretti a est, non a ovest”, ha affermato Naryshkin.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001