Halloween 2022: cosa fare per festeggiare, le origini e le tradizioni - QdS

Halloween 2022: tradizioni e idee su cosa fare nella notte più “horror” dell’anno

webms

Halloween 2022: tradizioni e idee su cosa fare nella notte più “horror” dell’anno

Redazione  |
lunedì 31 Ottobre 2022 - 09:00

Halloween 2022 è ormai alle porte: idee su costumi, cosa fare la sera, le curiosità sulle tradizioni della zucca e molto altro.

Halloween 2022 è sempre più vicino: il 31 ottobre i bambini torneranno a divertirsi con il classico “Dolcetto o scherzetto”, come vuole l’antica tradizione anglosassone ormai popolare anche in Italia, e a esporre la simpatica zucca di Halloween.

Ecco alcune curiosità sull’origine e sulle tradizioni della festa e – per chi volesse festeggiare il 31 ottobre da solo o con gli amici – qualche idea su cosa fare a casa e fuori.

Origini, significato e tradizioni della festa del 31 ottobre

“All Hallows’ Eve” (o Halloween) è una parola di origine cristiana inventata intorno al Settecento e significa la Notte di Tutti i Santi. Si tratta di una festa molto comune tra i cristiani protestanti e si celebra il 31 ottobre, appena un giorno prima di Ognissanti (l’1 novembre per la Chiesa Cattolica) e due giorni prima della Commemorazione dei Defunti (o Festa dei morti).

Nonostante si ritenga che la festa sia originaria di Paesi nordici di tradizione cattolica o comunque cristiana, come l’Irlanda e l’Inghilterra, non si esclude che sia in qualche modo legata a tradizionali culti pagani per la commemorazione dei defunti. Le celebrazioni si sono registrate per la prima volta nell’Alto Medioevo, anche se le origini di Halloween rimangono comunque collegate a quelle di Ognissanti e alla “festa dei martiri” celebrata dai primi cristiani.

Nel XIX secolo, periodo di immigrazione di massa irlandese e scozzese in Nord America, la festa di Halloween si è diffusa anche negli Stati Uniti. Halloween 2022 – il primo con minori restrizioni dopo la pandemia – potrebbe segnare anche il ritorno delle tradizioni più belle legate al 31 ottobre: i bambini e gli adulti in costume, le feste con amici e parenti, il “Dolcetto o scherzetto” dei più piccoli, gli scherzi e le zucche di Halloween fuori casa.

I festeggiamenti in Italia e all’estero

Festeggiare il 31 ottobre è diventata una moda un po’ in tutto il mondo cristiano, non solo nei Paesi anglosassoni. Anche nei Paesi cattolici, come l’Italia, si sente parlare molto di Halloween e molti bambini gradiscono travestirsi e andare a chiedere dolcetti in giro per le strade assieme agli amici o ai loro genitori.

Le tradizioni non cambiano molto da un Paese all’altro (anche se ci sono Paesi come il Messico che dedicano molta attenzione alle tradizioni legate alla commemorazione dei defunti e ai riti legati ai morti del 31 ottobre e dell’1 novembre). In Italia come all’estero si organizzano feste, per bambini ma anche per adulti, spesso anche in maschera. Persone con una vena artistica molto sviluppata si mettono a intagliare zucche, gli esperti di “make up” cercano il trucco perfetto da abbinare al costume per “spaventare” amici e parenti. Meno diffuso in Italia rispetto all’estero è la tradizione di sfruttare la notte di Halloween per visitare attrazioni infestate o a interessarsi dell’occulto.

In Italia quest’anno Halloween segna ufficialmente anche l’inizio del cosiddetto “Ponte di Ognissanti“: c’è quindi chi deciderà di approfittare del martedì festivo dell’1 novembre e del “lungo weekend” che si apre con sabato 29 ottobre per organizzare un viaggio o una gita fuori porta.

Infine, il giorno di Halloween è diventato anche un’occasione commerciale. E non solo per la vendita di costumi, zucche e altri materiali per feste. Si tratta per molte attività anche di una possibilità di offrire sconti “da paura” o proporre delle battute promozionali sui social.

Halloween 2022: cosa fare, idee su film e feste

Cosa fare ad Halloween, con o senza gli amici? Ci sono tanti modi per trascorrere una serata piacevole questo lunedì 31 ottobre, sia per chi ama uscire che per gli amanti della poltrona. Eccone alcune:

  • Classica maratona di film horror/thriller. Chi ama questo genere ha ormai a disposizione un numero infinito di pellicole da scegliere: dai classici ai film di paura in chiave comica. La novità dell’anno 2022, però, è Halloween Ends (nelle sale cinematografiche dal 13 ottobre);
  • Festa in costume: una tradizione sempre gradita per bambini ma anche per adulti. Tanti locali e ristoranti, in particolare, offrono serate a tema con balli e giochi. In alternativa, si può sempre organizzare tutto in casa;
  • Dolci: i dolci e i piatti tipici di Halloween da preparare sono tantissimi e tutti gustosi. Per chi volesse rimanere vicino alla tradizione cattolica, è possibile dedicarsi anche alla preparazione di dolci tipici della festa dei morti. Un esempio sono le buonissime rame di Napoli. A tavola, anche nei giorni successivi, faranno sicuramente una gran figura;
  • Make up e costumi: per gli artisti di tutti i tipi è possibile cimentarsi con simpatiche idee costume o provare un trucco “dark” alternativo. Halloween può diventare anche l’occasione di provare un nuovo look da mostrare sui social o per scattare semplici foto ricordo;
  • Intagliare zucche: un’arte complessa, ma dal risultato finale straordinario;
  • Serata a tema “horror”: non solo maratone di film e racconti horror, ma anche giochi, letture tematiche, visite ad attrazioni infestate (per i più coraggiosi) o, perché no, un giro tra le serate a tema nei parchi divertimento.
  • “Dolcetto o scherzetto”: il più classico dei classici per i bambini.

La zucca di Halloween, storia di Jack O’Lantern

Nella notte “da paura” di Halloween la zucca è praticamente immancabile. Ma chi ha inventato la zucca di Halloween e i cosiddetti “Jack O’Lantern”, le lanterne di zucca o rape intagliate? Secondo la tradizione, l’uso delle zucche il 31 ottobre è legato alla leggenda irlandese di Stingy Jack.

Pare che si trattasse di un fabbro ubriacone ma anche astuto e avaro, che si sarebbe spinto fino a imbrogliare Satana in persona. Un gesto che sarebbe costato a Jack una condanna atroce: vagare per la Terra con solo una zucca scavata per illuminare la sua strada. Secondo gli amanti della leggenda e delle storie di fantasmi, la zucca di Halloween rappresenterebbe l’anima in pena di Stingy Jack che vaga con la sua lanterna.

La zucca migliore da intagliare ed esporre come decorazione a Halloween è la varietà Aspen. Sconsigliate, invece, quelle a buccia più sottile. In genere, una zucca da decorazione ha un peso di 9-10 chili e non è commestibile: quindi è bene fare attenzione alla varietà acquistata e a utilizzarla solo per gli usi prefissati per festeggiare Halloween senza “intoppi” e incidenti.

Fonte: Foto di 3D Animation Production Company da Pixabay

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001