Irfis, accesso al credito più facile per le impresei - QdS

Irfis, accesso al credito più facile per le impresei

Francesco Sanfilippo

Irfis, accesso al credito più facile per le impresei

venerdì 20 Dicembre 2019 - 00:00
Irfis, accesso al credito più facile per le impresei

L’assessorato regionale all’Economia e I’Istituto finanziario hanno siglato due convenzioni con Artigiancassa e Assoconfidi. Un fondo da 84 mln permetterà di offrire crediti agevolati e una migliore pianificazione alle aziende più piccole

PALERMO – Nuovi accordi per agevolare il credito in favore delle micro e piccole imprese dell’Isola. Sono state firmate congiuntamente dall’assessorato all’Economia della Regione e da Irfis FinSicilia S.p.A. due distinte convenzioni, rispettivamente con Artigiancassa, e con Assoconfidi Sicilia. In questo modo, sarà più semplice per le aziende siciliane accedere a nuove fonti di finanziamento.

Durante la conferenza stampa di presentazione degli accordi, tenutasi ieri nei locali dell’Assessorato all’Economia a Palermo, è emersa l’urgenza di dare risposte concrete e razionali alla crisi che attanaglia le imprese siciliane dopo anni di silenzio.

Il fondo a disposizione, pari a 84 milioni di euro, recuperati grazie ad una legge del 1965, permetterà di offrire crediti agevolati e una migliore pianificazione industriale alle imprese più piccole finora trascurate dalla grande finanza.

Il vicepresidente della Regione, Gaetano Armao, ha spiegato: “Queste convenzioni serviranno a rendere più facile l’accesso al credito per le imprese che operano sul nostro territorio. Una delle priorità del Governo Musumeci è quella di far ripartire l’economia dell’isola, e per farlo abbiamo affiancato ad Irfis, due grandi protagonisti del credito, Artigiancassa e Assoconfidi, il primo specializzato nel finanziamento di imprese di piccolissime dimensioni, e il secondo capace di offrire quelle garanzie che oggi sono indispensabili per ottenere i finanziamenti”.

Il presidente dell’Irfis Finsicilia S.p.A., Giacomo Gargano, ha sottolineato come “dopo due anni di esperienza nell’Istituto, ci siamo resi conto che le risorse ci sono, ma il problema è come si cerca di aiutare le imprese siciliane a utilizzare i fondi. Il tessuto imprenditoriale siciliano vive un momento di profonda asfissia, non solo per carenza di credito, ma per mancanza di credibilità e di istituzioni che siano in grado di accompagnarle all’interno dello sviluppo industriale. Per questo, l’Irfis, con le altre istituzioni che operano nel territorio, guarda ad un percorso nuovo che crei una sinergia di servizi a favore delle imprese. L’Irfis deve tornare ad essere l’interlocutore istituzionale delle imprese e mediare tra le banche e le imprese siciliane stesse”.

Il direttore generale di Artigiancassa, Francesco Simone, ha aggiunto che “la partnership appena siglata conferma la volontà di Artigiancassa di essere al fianco delle microimprese e delle Pmi siciliane, con il duplice obiettivo di offrire loro non solo prodotti dedicati ma anche servizi di accompagnamento e supporto per la crescita. L’impegno della Banca sarà quello di promuovere – in sinergia con le associazioni socie sul territorio – l’accesso a questi strumenti finanziari, garantendo alti livelli di assistenza e servizio. Apprezziamo la sensibilità di Irfis e della Regione che hanno fortemente voluto la chiusura di questa operazione a favore delle micro e piccole imprese siciliane in un contesto di mercato complesso che ha bisogno di iniezioni di fiducia come questa”.

“Questa convenzione sul Fondo Sicilia, frutto di un lungo confronto con l’Assessorato regionale dell’Economia e con Irfis – ha affermato il presidente di Assoconfidi Sicilia, Rosario Carlino – permetterà ai Confidi di essere elementi centrali nel sostegno alle imprese, garantendo circa 1.000 operazioni per una media di 50.000 euro, movimentando in questo modo circa 50 milioni di euro. L’effetto leva da un lato e l’ampliamento della garanzia permetterà di raggiungere una platea ancor più ampia di micro e piccole-medie imprese”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684