Piazza Armerina, la cultura riparte dal Teatro Garibaldi - QdS

Piazza Armerina, la cultura riparte dal Teatro Garibaldi

redazione

Piazza Armerina, la cultura riparte dal Teatro Garibaldi

martedì 28 Aprile 2020 - 00:00
Piazza Armerina, la cultura riparte dal Teatro Garibaldi

Il progetto presentato dal Comune di Piazza Armerina è stato ammesso a finanziamento. Il finanziamento ammonta a 230 mila euro: i lavori si dovranno concludere entro il 2021

PIAZZA ARMERINA (EN) – Le misure di contenimento per arginare la diffusione del Coronavirus hanno acuito, soprattutto in Sicilia, una crisi economica che ora più che mai è tornata a fare sentire sulla pelle dei cittadini. Oggi più che mai la necessità è ripartire e di farlo puntando su quelle che sono le caratteristiche della nostra terra.

Piazza Armerina, storicamente, ha sempre puntato sulla cultura, anche grazie alla presenza della Villa Romana del Casale, ed è proprio questo l’asset da cui l’Amministrazione comunale potrà ripartire e gettare le basi per il post Covid-19, anche grazie a nuove frecce al proprio arco. Nei giorni scorsi, infatti, il Comune ha annunciato il via libera al finanziamento da 230 mila euro per la ristrutturazione del Teatro Garibaldi.

“Avevamo fortemente voluto partecipare – ha commentato il sindaco Nino Cammarata – al bando per la ristrutturazione del teatro comunale. Eravamo rientrati in graduatoria e adesso è stato definito l’iter di finanziamento per il Garibaldi. Con la delibera numero 70 della Giunta regionale, si è provveduto alla rimodulazione dei fondi del Patto per il Sud che vedono il finanziamento della nostra struttura comunale per 230.000 mila euro”.

“Il Dipartimento – ha concluso Cammarata – in questi giorni sta inviando le comunicazioni ai Comuni dell’ammissione a finanziamento, che dovranno provvedere alla nomina del Rup e del cronoprogramma per l’ultimazione degli interventi entro il 31 dicembre 2021”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684