Percorso della Pace, dodici tappe per ricordare la strage del 3/10 - QdS

Percorso della Pace, dodici tappe per ricordare la strage del 3/10

redazione

Percorso della Pace, dodici tappe per ricordare la strage del 3/10

mercoledì 13 Ottobre 2021 - 00:15

Un itinerario di memoria collettiva che rientra in una serie di eventi, promossi dal Comune di Lampedusa, per non dimenticare il drammatico naufragio in cui persero la vita oltre 350 migranti

LAMPEDUSA (AG) – Anche quest’anno si sono svolti una serie di eventi in ricordo del drammatico naufragio di migranti del 3 ottobre del 2013. Tra le iniziative promosse dall’Amministrazione comunale c’è stata l’inaugurazione del Percorso della Pace: dodici tappe, un itinerario di memoria collettiva, arte, cultura e impegno sociale che, passando attraverso diversi luoghi simbolo dell’isola, ha voluto ribadire l’impegno a difesa dei diritti umani, della solidarietà e della legalità per contribuire, dal cuore del Mediterraneo, a far sì che il questo possa essere un “Mare di Pace”.

Il Percorso della Pace è stato presentato lo scorso in una delle sue dodici tappe: la strada che porta al faro di Capo Grecale. Nei mesi scorsi il Consiglio comunale di Lampedusa e Linosa ha approvato all’unanimità una delibera, proposta dal sindaco, con cui questa artertia è stata intitolata ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

“Per noi che siamo gente di mare – ha dichiarato il sindaco, Totò Martello – quel Faro rappresenta un punto di riferimento sicuro, ci indica la giusta rotta. Abbiamo voluto rendere omaggio al sacrificio delle vittime di quelle due terribili stragi mafiose ma, al tempo stesso, intendiamo sottolineare che la nostra vuole e deve essere un’isola di pace”.

Nel corso della cerimonia è stata scoperta una insegna, realizzata da un artigiano dell’isola con i legni delle barche dei migranti, che riporta i nomi di Falcone e Borsellino.

Il Percorso della Pace è un’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale di Lampedusa e Linosa nell’ambito del progetto europeo “Snapshots from the borders”, che ha messo insieme 36 partner tra i quali 19 territori di frontiera di 13 Paesi europei impegnati in prima linea nell’accoglienza dei migranti, e che vede proprio il Comune di Lampedusa e Linosa quale ente capofila.

Alla cerimonia di inaugurazione era presente una anche delegazione di Uclg (United Cities and Local Governments) di cui fa parte il Comune di Lampedusa e Linosa. Uclg è la più grande organizzazione mondiale di città, governi locali e associazioni municipali: conta più di 250.000 membri da oltre 120 paesi Onu. Erano presenti la segretaria generale, Emilia Saiz e il vice sindaco di Sfax (Tunisia) Mohamed Wajdi Aidi.

Nel dettaglio queste sono le dodici tappe del Percorso: la Porta d’Europa, il Memoriale “Nuova Speranza”, Il Museo Archeologico delle Pelagie – Museo della Fiducia e del Dialogo per il Mediterraneo, l’obelisco “Cassodoro”, il Mosaico dell’Umanità, i doni di Papa Francesco nella Chiesa Madre, le statue in omaggio ai pescatori di Lampedusa, le tombe dei naufraghi, la strada del Faro intitolata ai giudici Falcone e Borsellino, il Santuario della Madonna di Porto Salvo e la grotta dell’Eremita, il molo Favaloro. E infine una tappa particolarmente significativa: proprio il punto di mare nel quale è avvenuto il naufragio, nel quale ogni anno il 3 ottobre viene lanciata tra le onde una corona di fiori per onorare quelle vittime innocenti e per sancire l’impegno affinché non vi siano più altre tragedie simili.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684