Libero consorzio Enna, sì allo schema di rendiconto di gestione 2018 - QdS

Libero consorzio Enna, sì allo schema di rendiconto di gestione 2018

Cinzia Nicita

Libero consorzio Enna, sì allo schema di rendiconto di gestione 2018

mercoledì 04 Dicembre 2019 - 00:00
Libero consorzio Enna, sì allo schema di rendiconto di gestione 2018

Non sono state contratte operazioni di finanza, rispettato l’obbligo di ridurre la spesa del personale. I residui attivi ammontano a 16.511.662, 03 euro, quelli passivi a 23.562.757,71 euro

ENNA – Il Commissario straordinario del Libero consorzio ennese, Ferdinando Guarino, ha provveduto, dopo aver acquisito pareri tecnici e contabili favorevoli da parte degli organi preposti, ad approvare lo schema di rendiconto della gestione relativo all’esercizio 2018 comprendente il conto del bilancio, il conto economico, lo stato patrimoniale e la relazione della Giunta di cui all’art.151, comma 6, del T.U. sull’ordinamento degli Enti locali approvato con D.lgs. 18 agosto 2000, n.267.

Nel corso dell’esercizio 2018 e precedenti l’Ente non ha contratto operazioni di finanza derivata ed ha rispettato l’obbligo di ridurre la spesa del personale ai sensi dell’ art.1, comma 557, della legge 296/96 ed il saldo di finanza pubblica.

Dal rendiconto 2018 emerge, altresì, un’incidenza della spesa del personale non superiore al 50% della spesa corrente (art. 76, comma 7 del D.L. 112/2008).

Le risultanze finali nelle operazioni di riaccertamento dei residui sono le seguenti: per la gestione dei residui attivi l’Ente ha eliminazioni per € 21.567,45 e riaccertamenti per € 14.226.313,65; per la gestione dei residui passivi, invece, ci sono eliminazioni per € 2.239.533,62 e riaccertamenti per euro € 11.181.696,66 .

Il totale dei residui attivi e passivi che si tramandano dall’esercizio 2019 ammontano quindi rispettivamente a 16.511.662, 03 euro e a 23.562.757,71 euro.
L’avanzo di amministrazione complessivo di 14.085.475,24 risulta così composto: avanzo accantonato 5.749.071,31 euro; avanzo vincolato 5.689.581,55 euro; avanzo destinato 3.941.441,59 euro e disavanzo 844.619,21 euro.

Dall’analisi del documento contabile è emerso che non sussistono le condizioni di cui agli articoli 242 e 244 del T.U. sull’ordinamento degli Enti locali non essendo stato dichiarato il dissesto finanziario e non essendo rilevabili dal rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2018 gravi ed incontrovertibili condizioni di squilibrio evidenziabili con i parametri obiettivi di cui al decreto del ministero dell’Interno.

Con successiva e separata votazione la deliberazione è stata resa immediatamente esecutiva ai sensi dell’art. 12, c. 2 della L. R. 44/91 .

Twitter:@CindyNici

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684