Matteo Bassetti e la moglie aggrediti dai no vax, ecco cosa è successo - QdS

Matteo Bassetti e la moglie aggrediti dai no vax, ecco cosa è successo

web-pv

Matteo Bassetti e la moglie aggrediti dai no vax, ecco cosa è successo

web-pv |
martedì 22 Febbraio 2022 - 07:24

La moglie dell'infettivologo racconta l'aggressione verbale subita da un gruppo di no vax a Genova

“Eravamo andati a prendere del sushi per nostro figlio Dante che era ricoverato in ospedale. Dovevamo aspettare venti minuti, così abbiamo pensato di fermarci a prendere uno spritz”. Ma a quel punto arriva un gruppo di no vax e l’infettivologo Matteo Bassetti e la moglie Chiara Milano-Viesseux vengono aggrediti con violenza. “Facevano cori, ci insultavano, gridavano contro mio marito ‘Sei una m…’ ‘Ora ti spacchiamo la faccia’, ‘Vattene da Genova’”, ricorda la donna.

L’aggressione

In un colloquio dei coniugi con il Corriere della sera si ricostruisce quanto avvenuto. “In quel momento la scorta non c’era – continua la signora – Pensavamo di stare via poco. Ci siamo detti: non l’avvertiamo. E’ stata una leggerezza”. Sette sono stati identificati. La vita dei Bassetti è cambiata. “E’ incredibile la situazione che si è creata in Italia che uno debba andare in giro accompagnato da agenti come se fosse un pentito di mafia”. “Il piccolo ha 13 anni, va in giro con lo skate, io sto in apprensione. Una volta si è trovato in mezzo a una manifestazione in cui gridavano di tutto contro il padre. Si è impaurito, si è avvicinato ai poliziotti e ha chiesto protezione. Al grande è capitato a scuola di sentire una supplente di insultare il padre. Una volta mi ha detto che forse era meglio cambiare cognome e prendere il mio, non è bello”. La signora Chiara Milano-Viesseux in una intervista al Corriere della sera spiega così la tensione che è stata registrata negli ultimi tempi. “A Matteo piace andare in tv. Ama fare divulgazione, spiegare cosa sta succedendo, e quando sei disponibile poi ti chiamano tutti. Però sta pagando uno scotto troppo alto”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684