Emergenza vento, a Milano vola anche il tetto della stazione Centrale - QdS

Emergenza vento, a Milano vola anche il tetto della stazione Centrale

web-iz

Emergenza vento, a Milano vola anche il tetto della stazione Centrale

web-iz |
lunedì 07 Febbraio 2022 - 13:57

Sempre a Milano chiuso l'accesso ai parchi pubblici, il Castello Sforzesco e il cortile di Palazzo Reale. Paura anche in Piemonte

Raffiche di vento fino a 90 chilometri orari su Milano e dintorni: un pezzo della copertura del tetto della stazione Centrale si è staccato a causa del forte vento. I tecnici stanno verificando l’entità del danno e al momento sono stati allestiti dei percorsi per far entrare e uscire dalla stazione i passeggeri in sicurezza. 

I danni e gli interventi di soccorso

    Il vento ha sradicato anche le bandiere dell’Italia, della Lombardia e dell’Unione europea poste sopra l’ingresso del Consiglio regionale in via Filzi, che è stato transennato. 

   Intorno alle 11 erano circa un centinaio gli interventi gestiti dai Vigili del fuoco di Milano a causa del forte vento che da alcune ore sta interessando Milano e parte dell’hinterland.

“Le attività di soccorso – spiegano in una nota i Vdf – sono rivolte principalmente alla rimozione dei rami di alberi caduti, antenne di condomini, impalcature, cornicioni pericolanti e tegole. A Segrate in via Prima Strada 29 i vigili del fuoco stanno evacuando un asilo nido il cui tetto, a causa delle forti raffiche, si è divelto. Numerosissime le chiamate di soccorso ancora adesso alla sala operativa di via Messina che ha in coda altri settanta interventi da smaltire”.

Chiusi gli accessi ai parchi pubblici

   Il Comune ha deciso di chiudere gli accessi ai parchi pubblici “e invita la popolazione a non utilizzare le aree alberate non recintate per l’intera giornata”. Stesso provvedimento anche a Monza, dove l’amministrazione comunale ha deciso di chiudere il parco e anche i due cimiteri della città. A Milano “è raccomandato evitare gli spostamenti se non necessari e, nel caso di utilizzo del mezzo privato, evitare i viali alberati e la prossimità a ponteggi edili. I condomini privati sono chiamati ad informare i propri condomini per evitare cadute di materiali dai balconi”.

Chiuso anche il Castello Sforzesco e il cortile di Palazzo Reale

Prudenzialmente sono stati chiusi anche il Castello Sforzesco (più precisamente l’ingresso nei cortili dato che che il lunedì il castello è comunque chiuso alle visite) e anche il cortile di Palazzo Reale, che consente normalmente il passaggio dei pedoni fra piazza Duomo e via Pecorari.

Decine di interventi anche nelle altre province e in Piemonte

Decine gli interventi dei vigili del fuoco anche nel Comasco, specialmente nel Canturino, per le forti raffiche di vento che hanno scoperchiato tetti e fatto crollare piante. A Carimate è caduta la copertura di un condominio, un tetto a Lomazzo, mentre a Mariano Comense sono stati abbattuti tre alberi su una rotonda stradale. I vigili del fuoco segnalano anche incendi della vegetazione nella zona di Solbiate Comasco che vengono spenti da squadre da terra, vista l’impossibilità di fare alzare in volo i mezzi aerei.

Vento forte anche in Piemonte. Tragedia sfiorata a Nichelino, Comune alle porte di Torino, per il crollo parziale del capannone di una ditta a causa del forte vento. Una parete della struttura è collassata travolgendo le auto in sosta lungo la via dove, pochi minuti prima del crollo, due operai avevano spostato un furgoncino. Danneggiate tre auto, sul posto stanno operando i vigili del fuoco per la messa in sicurezza dell’area. Sul posto anche polizia municipale e carabinieri. La strada è stata chiusa.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684