Munnizza in strada, la “cartolina” dalla Sicilia. La soluzione? Si costruiscono nuove discariche - QdS

Munnizza in strada, la “cartolina” dalla Sicilia. La soluzione? Si costruiscono nuove discariche

redazione

Munnizza in strada, la “cartolina” dalla Sicilia. La soluzione? Si costruiscono nuove discariche

Gabriele D'Amico  |
mercoledì 08 Giugno 2022 - 06:00

L’Isola “condannata” a subire un sistema fallimentare che lascia i turisti “schifati”. Il bando per i termoutilizzatori? Il dg Calogero Foti: “Prima della fine della legislatura”

Emergenza rifiuti “ciao ciao”. È bastata una nota del dipartimento acqua e rifiuti della Regione siciliana (l’ennesima) per superare momentaneamente la crisi della “munnizza” che si è ripresentata la settimana scorsa. Sono stati dei giorni infernali quelli vissuti in Sicilia orientale, dove la Sicula trasporti (l’azienda sotto sequestro giudiziario proprietaria della discarica di Grotte San Giorgio) ha smesso di accettare per qualche giorno i rifiuti di circa 250 comuni isolani. Il risultato è facile da immaginare: lunghe file di autocompattatori pieni di spazzatura in attesa di poter conferire e cumuli di rifiuti in strada talmente grossi da invadere le carreggiate e produrre percolato su un asfalto reso rovente dalle prime giornate di caldo estivo.

Perché Sicula Trasporti ha chiuso i battenti

La discarica di Grotte San Giorgio ormai da più di un anno ha raggiunto la saturazione. La Regione cercò di ovviare a questa problematica un anno fa con una “soluzione ponte” che prevedeva il conferimento dell’indifferenziato nella discarica della Sicula trasporti. Ma questa volta i rifiuti sarebbero stati solamente trattati nel Tmb e poi trasportati verso le altre discariche siciliane in grado di poterli abbancare… CONTINUA LA LETTURA. QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI
ABBONATI PER CONTINUARE LA LETTURA

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684