Olio di oliva, in Sicilia prodotte 18 mila tonnellate - QdS

Olio di oliva, in Sicilia prodotte 18 mila tonnellate

Serena Giovanna Grasso

Olio di oliva, in Sicilia prodotte 18 mila tonnellate

giovedì 07 Novembre 2019 - 00:00
Olio di oliva, in Sicilia prodotte 18 mila tonnellate

Confagricoltura: nella nostra regione la resa media olive raccolte-olio è in linea con la media nazionale (14%). La Sicilia è la terza regione per produzione. Primeggiano Toscana (20.796 tonnellate) e Puglia (74 mila tonnellate)

PALERMO – Nel 2018 in Sicilia sono state prodotte ben 18.104 tonnellate d’olio, ovvero la terza produzione più sostenuta a livello nazionale. Secondo i dati contenuti all’interno del rapporto del centro studi Confagricoltura, elaborati a partire dalle analisi condotte da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), produzioni superiori si rilevano solo in Toscana (20.796 tonnellate) e in Puglia, regione che da sola con le sue 74.006 tonnellate di olio prodotto rappresenta il 42,3% della produzione italiana complessiva (174.950 tonnellate).

In Piemonte (21 tonnellate), Friuli Venezia Giulia (156 tonnellate) e Trentino Alto Adige (494 tonnellate) si osservano, d’altra parte, i livelli di produzione più ridotti a livello nazionale. Mentre in Valle d’Aosta la produzione di olio di oliva risulta nulla. Nel 2018, la produzione di olio in Italia è diminuita del 59,2% rispetto alle 429 mila tonnellate registrate nel 2017.

In Sicilia la resa media di olio prodotto, calcolata sulle olive raccolta, risulta essere in linea rispetto alla media nazionale (14%): in particolare, in Sicilia nel 2018 sono state raccolte 172.557 tonnellate di olive. La resa massima è stata registrata in Liguria, pari al 18% con 29.855 tonnellate di olive raccolte e 5.225 tonnellate di olio prodotto; mentre la minima si è osservata in Piemonte, pari al 10% (dalle 217 tonnellate di olive raccolte, prodotte solo 21 tonnellate di olio). Dunque, sensibili variazioni interregionali hanno contraddistinto la resa media olive-olio: questo dipende non solo dalla varietà di olive coltivate, ma anche dall’andamento climatico dell’anno.

Nel 2018 l’Italia è stato il secondo Paese nel mondo per esportazione di olio di oliva (296.519 tonnellate), nettamente dopo la Spagna (897.405 tonnellate) e altrettanto nettamente davanti a Portogallo (174.688 tonnellate) e Grecia (164.326 tonnellate).

Ad ogni modo, bisogna considerare che i dati sulle esportazioni riguardano olio confezionato non necessariamente proveniente dalla produzione agricola del Paese esportatore. Gli Stati Uniti sono il maggior importatore di olio confezionato dall’Italia (31% dell’olio totale importato), seguiti dalla Germania (12%) e dalla Francia (7%). Relativamente al prezzo medio di esportazione, quello italiano è superiore del 38% rispetto a quello spagnolo (in ordine 4,97 euro al chilo e 3,60 euro al chilo).

L’Italia, pur essendo fra i maggiori produttori di olio d’oliva al mondo, è anche il primo Paese nel mondo per quantità di olio di oliva importata nel corso del 2018, pari a 511.701 tonnellate. A seguire troviamo gli Stati Uniti (328.360 tonnellate di olio importate) e Spagna (166.376 tonnellate).

Secondo le stime della Commissione europea, nel 2019 la produzione italiana di olio di oliva raddoppierà rispetto al 2018. Nonostante questo andamento positivo, il dato del quadriennio 2016-2019 (1,2 milioni di tonnellate) mostra un calo del 37% rispetto il quadriennio 2008-2011 (1,8 milioni di tonnellate) e del 28% rispetto il quadriennio 2012-2015 (1,6 milioni di tonnellate). Complessivamente si prevede un calo del 9% della produzione europea rispetto all’anno precedente.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684