Operazioni di contrasto straordinarie contro chi lascia i rifiuti in strada a Siracusa - QdS

Operazioni di contrasto straordinarie contro chi lascia i rifiuti in strada a Siracusa

Luigi Solarino

Operazioni di contrasto straordinarie contro chi lascia i rifiuti in strada a Siracusa

sabato 05 Ottobre 2019 - 00:00
Operazioni di contrasto straordinarie contro chi lascia i rifiuti in strada a Siracusa

Lotta senza quartiere dell’amministrazione comunale aretusea insieme alla Polizia municipale. Per i trasgressori multe di 600 euro con controlli anche dentro ai rifiuti abbandonati

SIRACUSA – Lotta senza quartiere contro chi abbandona i rifiuti nelle strade e contro le micro discariche abusive. È quanto sta facendo l’Amministrazione comunale aretusea che, in questi giorni, sta effettuando operazioni di contrasto contro chi lascia i rifiuti nelle strade.

Gli uomini del Nucleo Ambientale della Polizia Municipale, coadiuvati dal personale della Tekra, hanno avviato una bonifica straordinaria del quartiere Borgata e, contemporaneamente, hanno proceduto all’ispezione dei sacchetti abbandonati per cercare di risalire ai proprietari che hanno abbandonato rifiuti in strada. Difatti tra i tanti sacchetti aperti e controllati gli uomini del nucleo Ambientale hanno trovato fotocopie di carte d’identità, bollette e codici fiscali che hanno permesso di risalire a chi ha lasciato per strada i rifiuti.

Sono state numerose le contestazioni elevate, tra cui una in flagranza di reato a carico di una persona che abitava proprio in prossimità della micro discarica abusiva. Come previsto dall’apposita ordinanza sindacale per tutti i trasgressori è prevista una multa di 600 euro.

Il neo assessore comunale all’Ambiente, Andrea Buccheri, che ha promosso queste operazioni, ha dichiarato: “Da quando mi sono insediato mi sono intestato questa battaglia contro chi non dimostra alcun senso civico. Visto l’incessante fenomeno di abbandono dei rifiuti che vede in Borgata la creazione di troppe micro e macro discariche, abbiamo ritenuto fondamentale operare nuovamente questo tipo di intervento nei confronti di chi, ancora, si sente al di sopra di ogni regola. Il vero problema è che questi cittadini pesano due volte su quella stragrande comunità virtuosa che vive a Siracusa: in primo luogo perché ci costringe a effettuare con cadenze regolari bonifiche straordinarie a carico dell’Ente e in secondo luogo perché queste persone non pagando la Tari creano quell’aggravio in bolletta su chi, invece, è sempre stato virtuoso. È una battaglia di civiltà che non possiamo perdere e proseguiremo con questo tipo di servizio repressivo fino a quando tutti non si adegueranno al sistema di raccolta differenziata porta a porta attraverso il conferimento nei mastelli”.

“Ringrazio gli agenti del Nucleo Ambientale – prosegue l’assessore – che, pur in carenza di personale, si organizzano come meglio possono per continuare a garantire questo tipo di servizio alla comunità siracusana. Proseguiremo con interventi repressivi fino a quando tutta la cittadinanza non si adeguerà al sistema di raccolta differenziata porta a porta, attraverso il conferimento nei mastelli. Continua ad esserci troppa superficialità e lassismo da parte di chi non vuole saperne di selezionare i rifiuti e conferirli in contenitori diversi. Noi faremo di tutto per vincere queste resistenze”.

“Sono tanti coloro i quali si recano ai Centri Comunali di Raccolta – conclude Buccheri – e non lo fanno solo per ricevere lo sconto sulla parte variabile della Tari ma anche per un profondo senso civico. Vedo spesso molti utenti che fanno la coda per conferire i propri rifiuti. Sogno una città dove tutti rispettino queste regole di civiltà”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684