Rifiuti a Siracusa, il Cga rigetta la sospensiva, oncessa proroga di sei mesi a Tekra - QdS

Rifiuti a Siracusa, il Cga rigetta la sospensiva, oncessa proroga di sei mesi a Tekra

Oriana Gionfriddo

Rifiuti a Siracusa, il Cga rigetta la sospensiva, oncessa proroga di sei mesi a Tekra

sabato 03 Agosto 2019 - 01:00
Rifiuti a Siracusa, il Cga rigetta la sospensiva, oncessa proroga di sei mesi a Tekra

Il contratto con l’azienda è scaduto mercoledì, ma vista la situazione opererà fino al 31 gennaio. Il Tar aveva ritenuto illeggitimo il criterio del prezzo più basso adottato dall’Amministrazione

SIRACUSA – È ancora battaglia legale sul servizio di igiene urbana a Siracusa. La partita si gioca tra Comune, Tar, Cga, Igm e Tekra. L’ultima mossa è stata fatta dal Cga che ha respinto la richiesta di istanza cautelare presentata dal Comune per ottenere di sospendere il provvedimento del Tar di Catania, il quale ha ritenuto illegittimo il criterio del prezzo più basso adottato dall’amministrazione per l’aggiudicazione della gara ponte del servizio di igiene urbana. Insomma, quella gara, fatta in attesa della gara europea della validità di sette anni, è nulla, si deve fare nuovamente.

Il giudizio “considerato che non sussiste, – si legge nella sentenza – in relazione alle statuizioni rese dal primo giudice, un pregiudizio di estrema gravità ed urgenza tale da non consentire neppure la dilazione fino alla prima camera di consiglio utile. Ciò, in quanto l’esecuzione del contratto stipulato in conseguenza della serie di gara dichiarata illegittima non rappresenta l’unica soluzione possibile (né quella necessaria) per assicurare la continuità del servizio, potendo i competenti Organi comunali attivare i necessari poteri contingibili (come del resto risulta essere stato fatto in passato)”.

Come si ricorda la storia del servizio di igiene urbana in città ha una storia lunga oltre 60 anni. Ai tempi la ditta Igm si aggiudicò l’appalto, continuando a detenere l’esclusiva fino all’anno scorso quando, fu indetta una gara-ponte vinta dalla ditta Tekra.

Igm fece ricorso vincendolo in parte: il Tar, infatti, decretò, l’annullamento dell’aggiudicazione a Tekra, ma non della gara. Da quel momento si è insediata nuovamente la commissione che, dopo aver riesaminato i requisiti sia di Tekra che di Igm, è arrivata alla ri-aggiudicazione a Tekra.

Poi, nuovamente terremoto per il servizio di igiene urbana: il Tar di Catania ha ritenuto illegittimo il criterio del prezzo più basso adottato dall’amministrazione comunale di Siracusa per l’aggiudicazione della gara ponte. Infine l’ultimo, disperato, tentativo del Comune che, lo scorso maggio aveva deciso di tentare la richiesta di istanza cautelare al presidente del Cga per sospendere il provvedimento del Tar di Catania. Ma, nulla di fatto. Mentre si attende, a giorni, la pubblicazione del bando per l’altra gara, quella europea, della valenza di sette anni.

A tutto questo si aggiunge un altro tassello, sempre contenuto nella sentenza del Cga che “fissa, per la discussione, la camera di consiglio del giorno 11 settembre 2019”.

Ad ogni modo, per garantire la continuità del servizio il dirigente del settore ha firmato un’ordinanza con la quale si concede una proroga per altri sei mesi alla Tekra che, quindi, opererà fino al 31 gennaio: il contratto con l’azienda, infatti, è scaduto mercoledì scorso.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684