Palermo, al parco come in zona arancione, si rischia il rosso fisso - QdS

Palermo, al parco come in zona arancione, si rischia il rosso fisso

web-gl

Palermo, al parco come in zona arancione, si rischia il rosso fisso

web-gl |
mercoledì 21 Aprile 2021 - 12:56

Qui siamo al "pratone" accanto allo Stadio delle Palme: difficilmente, nei prossimi giorni, il capoluogo cambierà colore.

Palermo è ancora zona rossa, ma nei parchi del capoluogo siciliano la situazione appare già ben diversa: qui siamo all’area giochi e fitness del Parco della Favorita, nel noto “pratone verde” contiguo allo Stadio delle Palme, punto di riferimento per sportivi professionisti e amatori del running e dell’attività motoria all’aria aperta.

Guardando i dati relativi ai contagi, però, calano le speranze del cambio colore per Palermo, visto che l’efficacia del provvedimento di massima restrizione firmato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – richiesto a gran voce dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando – scadrà proprio il 22 aprile.

Scemano dunque gli ottimismi del commissario straordinario all’emergenza Covid a Palermo, Renato Costa, che intervistato lunedì scorso ai microfoni di Qds.it si era detto fiducioso in vista del cambio di colore del capoluogo dell’isola, ma che oggi appare impensabile almeno in questa settimana.

Invece sembra più percorribile l’ipotesi zona rossa fino al 27 aprile – evitando qualsiasi alleggerimento in vista di domenica 25, Anniversario della liberazione d’Italia – mantenendo sempre fede al monito lanciato nei scorsi giorni da Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, che ai microfoni di Radio Cusano Campus ha detto: “E’ fondamentale continuare rispettare le regole, se questo verrà inteso come un liberi tutti è evidente che la situazione da metà maggio in poi cambierà”.

Gioacchino Lepre

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x