Pediatri, long Covid e problemi di comportamento nei bambini - QdS

Pediatri, long Covid e problemi di comportamento nei bambini

Web-al

Pediatri, long Covid e problemi di comportamento nei bambini

Web-al |
martedì 27 Luglio 2021 - 13:23

Lo segnala Giuseppe Mele, presidente della Società Italiana Medici Pediatri (Simpe), alla trasmissione 'L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus

“Da tempo vediamo situazioni di long covid nei bambini, con problemi comportamentali, perdita del sonno, ansietà frequente. Ma stiamo riscontrando situazioni anche in Italia di malattie multisistemiche che stanno colpendo soprattutto i bambini, creando problemi a livello cardiaco, e che colpiscono molti organi e possono tendere ad una cronicizzazione di questa patologia”. Lo segnala Giuseppe Mele, presidente della Società Italiana Medici Pediatri (Simpe), alla trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus.

Le notizie che arrivano dall’Indonesia, prosegue, su “centinaia di bambini che muoiono ogni settimana a causa del Covid sono preoccupanti, perché indicano che non è vero che il Covid non crei problemi nella fascia da zero a 16 anni. Lo abbiamo sempre detto che i bambini sarebbero stati gli untori del futuro, se la ricerca non avesse trovato rimedi per questa fascia”.

La variante Delta, rileva Mele, “sta colpendo molto i bambini, perché ha una carica virale molto forte e il contagio inter-umano può portare a processi di questo genere. Questa variante si replica proprio perché il bimbo non è immunizzato, visto che la ricerca non sta ancora dando l’opportunità di una vaccinazione di massa, che comprenda anche i bambini da zero a 12 anni. E’ così che si raggiunge l’immunità di gregge, e potrà crollare questa variante”.

Gli effetti collaterali del vaccino “ci potranno essere – conclude Mele -. La miocardite, che in alcuni casi è stata riscontrata, è un effetto secondario molto raro che comunque in qualche modo nel giro di 2-3 giorni viene superato. Questo non significa che bisogna fare in fretta senza metterci il rigore necessario nella sperimentazione del vaccino”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684