Pensioni luglio 2024, arrivano gli aumenti: ecco per chi e gli importi

Pensioni luglio 2024, arrivano gli aumenti: ecco per chi e gli importi

Stefano Scibilia

Pensioni luglio 2024, arrivano gli aumenti: ecco per chi e gli importi

Stefano Scibilia  |
venerdì 07 Giugno 2024

I fattori che caratterizzano l'incentivo e il modo con cui viene calcolato

Dopo mesi di attese per l’aumento delle pensioni sembrerebbe che qualcosa stia cambiando. La buona notizia è che nel mese di luglio è previsto un aumento, con un pagamento della somma aggiuntiva conosciuta come quattordicesima, che spetta ai pensionati che hanno compiuto 64 anni e hanno un reddito non superiore a due volte l’importo del trattamento minimo.

Si tratta di un aumento che nel migliore dei casi può arrivare a 655 euro netti (a differenza della quattordicesima in busta paga quella per i pensionati non è tassata).

Pensioni luglio 2024, quando viene pagata la quattordicesima

La quattordicesima, chiamata anche somma aggiuntiva alla pensione, è corrisposta dall’Inps a luglio o a dicembre di ogni anno. Spetta già a luglio per coloro che entro il mese stesso ne maturano i requisiti, mentre viene rimandata a fine anno per chi li raggiunge tra agosto e dicembre.

Nel dettaglio, condizione essenziale per avere diritto alla quattordicesima è aver compiuto i 64 anni di età. A differenza della tredicesima, poi, non spetta sui trattamenti assistenziali come la pensione di invalidità civile o l’Assegno sociale. Ne hanno diritto, infatti, esclusivamente i “titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico dell’assicurazione Generale Obbligatoria e delle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della stessa, gestite da enti pubblici di previdenza obbligatoria”.

Pensioni luglio 2024, l’importo

Il calcolo dell’importo dipende da una serie di fattori:

  • Il reddito del pensionato: gli importi sono più elevati per chi non supera di 1,5 volte l’importo del trattamento minimo, più bassi per coloro che superano questa soglia ma restano entro le 2 volte
  • Gli anni di contributi
  • Gestione di appartenenza (regole più favorevoli per gli ex lavoratori dipendenti).

Il tipo di importo a seconda delle categorie è suddiviso nella seguente modalità:

  • Ai lavoratori dipendenti con almeno 15 anni di contributi spetta una quattordicesima con l’importo di 437 euro
  • Ai lavoratori autonomi che hanno tra i 18 e i 28 anni di contributi spetta una quattordicesima da 546 euro
  • Ai lavoratori dipendenti con oltre 25 anni di contributi spetta una quattordicesima da 655 euro. La stessa cifra verrà percepita dai lavoratori autonomi con oltre 28 anni di contributi

Pensioni luglio 2024, a chi viene tagliata la quattordicesima

L’incentivo della quattordicesima non è valido per coloro che maturano i requisiti nel corso dell’anno. Per esempio sono esclusi da tali importi coloro che hanno compiuto 64 anni solamente nel 2024 o coloro a cui la pensione viene liquidata nel corso del’anno.

Iscriviti gratis al canale WhatsApp di QdS.it, news e aggiornamenti CLICCA QUI

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017