Perù, torri antinebbia per fornire acqua nel deserto - QdS

Perù, torri antinebbia per fornire acqua nel deserto

web-j

Perù, torri antinebbia per fornire acqua nel deserto

web-j |
giovedì 08 Aprile 2021 - 17:48
Perù, torri antinebbia per fornire acqua nel deserto

Una torre antinebbia alta venti metri potrebbe fornire acqua alla megalopoli più arida del mondo utilizzando l'aria oceanica

Come può una megalopoli trovare l’acqua per 10 milioni di persone se è situata nel deserto? Le reti anti-nebbia, erette sulle colline sopra la città di Lima, potrebbero risolvere definitivamente la carenza d’acqua della città.

Una torre alta venti metri di reti a spirale sarà presentata quest’estate in città come soluzione alla minaccia che un clima caldo rappresenta per le fondamenta traballanti della disponibilità di acqua a Lima.

A parte il deflusso glaciale dalle Ande e l’acqua dello stressato fiume Rímac, la capitale del Perù accumula solo 2,5 cm di pioggia all’anno. La città vede temperature annuali elevate e i tassi di consumo di acqua, nonostante si trovi in ​​un deserto, sono superiori alla media mondiale.

Tuttavia, una caratteristica unica del clima di Lima offre un modo per alleviare parte di questa domanda. Situate sulla costa, le colline circostanti di Lima sono costantemente bagnate da ondate di nebbia provenienti dall’Oceano Pacifico e l’umidità catturata dalle piante assicura che rimangano verdi tutto l’anno.

Ispirato da reti antinebbia rudimentali e bidimensionali installate dalle comunità rurali di tutto il continente, Alberto Fernandez, un designer cileno che sta attualmente studiando per un dottorato di ricerca dell’University College di Londra, ha voluto estrapolare la tecnologia fino alla sua conclusione più sofisticata, perché mentre le reti avevano grossi difetti, i loro principi di base erano brillanti.

Le torri e le reti cattura nebbia svelate da Fernandez sono realizzate in alluminio avvolto in una rete di rame ricoperta di plastica e potrebbero creare fino a 1.000 litri di acqua al giorno, pari a 3,6 milioni di litri all’anno, se ne vengono installati a sufficienza.

La loro struttura torreggiante consente loro di entrare tra le nuvole, raccogliendo vapore acqueo più vitale, e la loro forma a spirale significa che, indipendentemente dalla direzione del vento, la nebbia ricca di umidità colpirà direttamente una parte della struttura.

Più economiche della desalinizzazione dell’acqua di mare o del filtraggio dell’acqua dal Rímac, le torri e le reti, che secondo Fernandez potrebbero essere costruite fino a 200 metri di altezza, fanno parte di una miriade di progetti per il progetto Lima 2035.

Mira a invertire le attuali tendenze di desertificazione per creare un’oasi rigenerativa per sistemi alimentari sostenibili e incentrati sull’uomo che promuovono diete sane e migliori redditi nella megalopoli più arida della Terra.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684