Piano dissesto idrogeologico, alla Sicilia 57 milioni di euro - QdS

Piano dissesto idrogeologico, alla Sicilia 57 milioni di euro

Serena Giovanna Grasso

Piano dissesto idrogeologico, alla Sicilia 57 milioni di euro

venerdì 24 Gennaio 2020 - 00:00
Piano dissesto idrogeologico, alla Sicilia 57 milioni di euro

Pubblicato sulla Guri 14 del 18 gennaio scorso il Decreto presidenziale che ripartisce 361 milioni. Finanziati tre interventi nel catanese, tra cui il completamento del “collettore B”

PALERMO – Ammonta a quasi 57 milioni di euro la somma destinata alla Sicilia nell’ambito del piano operativo sul dissesto idrogeologico. È stato pubblicato sulla Guri numero 14/2020 del 18 gennaio scorso il decreto del presidente del Consiglio dei ministri Fraccaro, firmato di concerto con il ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio, dello scorso 2 dicembre, con cui vengono ripartiti tra le venti regioni italiane i 361,9 milioni di euro complessivamente stanziati.

Le finalità perseguite dal decreto consistono nella mitigazione del rischio idrogeologico, difesa del suolo, ripristino e tutela della risorsa ambientale. All’attuazione degli interventi provvedono i presidenti delle Regioni ed i presidenti delle Province autonome di Trento e Bolzano, in qualità di soggetti beneficiari. Questi sono responsabili della gestione, realizzazione e monitoraggio degli interventi.

La copertura finanziaria del piano è posta a carico delle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, stanziate a favore del piano operativo “Ambiente” e dei relativi addendum. dati di attuazione finanziario, fisico e procedurale dovranno essere trasmessi alla Banca dati unitaria (Bdu), istituita presso il ministero dell’Economia e delle finanze, allo scopo di assicurare una visione unitaria delle risorse per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e garantire un tempestivo ed efficace monitoraggio sullo stato di attuazione degli interventi.

I soggetti beneficiari sono obbligati ad aggiornare con cadenza bimestrale lo stato di avanzamento procedurale, fisico e finanziario degli interventi, attraverso l’inserimento dei dati di monitoraggio nel Sistema informativo locale implementato dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare. I beneficiari sono altresì tenuti a garantire al ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare la ricezione di relazioni semestrali sullo stato di avanzamento degli interventi, necessarie all’elaborazione della relazione annuale di attuazione.

Tre sono gli interventi finanziati dal piano in Sicilia: in particolare, si tratta del completamento del collettore B a Catania (53,3 milioni di euro), completamento del lotto 1 della rete fognante del centro abitato a San Giovanni La Punta (1,3 milioni di euro) e progetto di lavori per la rete fognante a Trecastagni (2,3 milioni di euro). Alla Sicilia va l’importo stanziato più alto, pari al 15% delle risorse complessivamente erogate. Importi sostenuti sono stati stanziati anche in favore del Molise (49,5 milioni di euro), regione in cui verranno realizzati ben 27 interventi.

A seguire troviamo il Piemonte con 40 milioni di euro e il numero di interventi finanziati più alto a livello nazionale (105), Campania (38,2 milioni di euro e cinque interventi finanziati), Basilicata (31,6 milioni di euro e 18 progetti) e Lazio (30,9 milioni di euro e sette interventi finanziati). Importi nettamente più contenuti sono andati alla Valle d’Aosta (1,1 milioni di euro, con tre interventi) e Umbria (3,9 milioni di euro e otto interventi). Alla Lombardia, Liguria, Veneto e Sardegna, invece, non andrà nessuna quota di finanziamento.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684