Ponte sullo stretto e Recovery Fund, si riaccende il dibattito - QdS

Ponte sullo stretto e Recovery Fund, si riaccende il dibattito

web-gl

Ponte sullo stretto e Recovery Fund, si riaccende il dibattito

web-gl |
sabato 03 Aprile 2021 - 12:12
Ponte sullo stretto e Recovery Fund, si riaccende il dibattito

"Soluzioni nell'immediato per velocizzare l'attraversamento dello Stretto ci vedono assolutamente disponibili", ha precisato Musumeci in occasione di un incontro con il ministro delle Infrastrutture e della Mobilita' sostenibile, Enrico Giovannini.

Poco piu’ di tre chilometri di mare e un dibattito su come attraversarli che dura da decenni. La Calabria e la Sicilia da sempre si guardano, si sfiorano, si specchiano in quel braccio di mare che e’ lo Stretto di Messina. Tanti lavoratori e pendolari si spostano quotidianamente tra una riva e l’altra realizzando un “ponte” culturale, sociale ed economico, quell’integrazione che caratterizza questi territori. Tutti in attesa di conoscere come sara’ attraversato lo Stretto in futuro, se dopo anni di dibattiti il collegamento stabile sara’ realizzato e se intanto verranno potenziati quelli attuali.


Il Ponte sullo Stretto e’ “un’infrastruttura strategica” e “una priorita’ fondamentale”, vanno ripetendo i presidenti delle due Regioni, il calabrese Nino Spirli’ e il siciliano Nello Musumeci, che poche settimane fa hanno annunciato un “documento congiunto per chiedere al nuovo Governo di riavviare il progetto”. “Soluzioni nell’immediato per velocizzare l’attraversamento dello Stretto ci vedono assolutamente disponibili”, ha precisato Musumeci in occasione di un incontro con il ministro delle Infrastrutture e della Mobilita’ sostenibile, Enrico Giovannini.


Tuttavia, per il governatore, “l’alta velocita’ per poter passare da Messina a Reggio Calabria in tre minuti rimane una necessita’ fondamentale”. Il collegamento stabile sullo Stretto, quindi, e’ tornato imponente nel dibattito nazionale, soprattutto di fronte alle risorse del Next Generation Eu e alla redazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. A settembre 2020 l’allora ministro Paola De Micheli aveva annunciato l’istituzione di una commissione per individuare il mezzo migliore con cui collegare Sicilia e Calabria.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684