Il Porto di Catania, finestra sul mare fondamentale per crescita e sviluppo - QdS

Il Porto di Catania, finestra sul mare fondamentale per crescita e sviluppo

redazione

Il Porto di Catania, finestra sul mare fondamentale per crescita e sviluppo

venerdì 29 Ottobre 2021 - 04:15

Dn logistica al convegno sul tema: “Potenziamento centrale per trasporti e logistica”

Individuare i benefici possibili del potenziamento del porto di Catania, con un consequenziale nuovo ruolo nell’ambito dei trasporti marittimi nell’aerea del Mediterraneo, con particolare attenzione sull’importanza dei depositi doganali. È stato questo il cuore dell’intervento di Dn Logistica, azienda leader in Sicilia e in Italia nel settore dei trasporti e della logistica, in occasione del convegno di studio “Catania: da città sul mare a città di mare. Iniziative di cantiere, progetti, obiettivi”. Perché il rapporto tra sistema portuale e logistico può essere un architrave della politica di coesione e della crescita della città e non solo e può essere garanzia e motore della promozione della sostenibilità.

Nel caso del porto di Catania, ad una dinamica dei flussi fisici delle merci in transito che rispecchia un trend di lungo periodo sostanzialmente positivo, fanno riscontro alcuni preoccupanti sintomi di debolezza che caratterizzano il sistema portuale e che la lunga crisi di questi ultimi anni ha contribuito ad aggravare.

La centralità che Catania, come è noto, occupa nel bacino del Mediterraneo è di fondamentale importanza, come dimostra l’affermazione sempre più come città “di mare” oltre che “sul mare”.

Inoltre il porto di Catania, che risulta essere il primo scalo siciliano, ha una posizione determinante all’interno del network mondiale del commercio. È situato infatti fra le due porte di accesso al Mediterraneo, il canale di Suez e lo stretto di Gibilterra, dove passano ogni giorno circa 350/400 navi che corrispondono circa al 20% del traffico mondiale in termini di volumi. Quindi la posizione spaziale dei porti è un fattore chiave da sfruttare per una strategia di sviluppo.

“Chiaramente la trattazione del tema dell’ampliamento e del potenziamento del porto di Catania risulta di centrale e fondamentale importanza – ha detto nel proprio intervento al convegno Sarah Nicosia, responsabile amministrativa di Dn Logistica.

“Nello specifico – ha sottolineato – l’iniziativa di istituire una grande area adibita a deposito doganale nell’ottica del potenziamento del porto di Catania, porterebbe innumerevoli vantaggi nel settore dei trasporti e non solo, in quanto permetterebbe di estendere l’asset dei servizi offerti nella realtà catanese. Il deposito doganale, quale luogo preposto allo stoccaggio di merci provenienti dalla Comunità europea e non solo, presenta in primo luogo il vantaggio mantenere lo stock di quest’ultime e di non assoggettarle ai tributi doganali normalmente previsti, come l’iva o i dazi d’importazione e quindi permette così di mantenerle all’interno di un regime fiscale di sospensione in attesa della destinazione finale”.

Avvalersi di un deposito doganale consente, inoltre, di poter conseguire altri numerosi vantaggi, tra cui anche l’ottimizzazione dei tempi di sdoganamento, una maggior efficienza dei depositi grazie alla riduzione di errori, un’unificazione delle procedure per gli utenti e di permettere alle imprese importatrici di procedere all’approvvigionamento delle materie prime o prodotti finiti senza dover mai anticipare il pagamento dei diritti doganali rispetto al momento dell’effettiva immissione nel mercato.

L’utilizzo di un deposito doganale può offrire agli operatori economici interessati facilitazioni, in quanto favorisce e supporta il commercio di tipo internazionale e il transito delle merci: infatti, l’Italia, nonostante il grave periodo di crisi post Covid, ha mantenuto un ruolo di preminenza nel commercio internazionale ma soprattutto intercomunitario.

“L’imprenditore – ha aggiunto ancora Sarah Nicosia – che si trova dinanzi alla decisione di acquistare dall’esterno e deve quindi predisporne l’import ha la possibilità di decidere di far transitare la merce all’interno del deposito doganale per poi rispedire all’estero la stessa merce, e quindi usufruirne come deposito di transito, o in alternativa decidere di stoccare la merce importate per poi captare il momento più vantaggioso dal punto di vista remunerativo per immetterla nel mercato.

“Pertanto l’imprenditore così facendo – ha concluso – avrebbe la possibilità di acquistare sul mercato estero quando l’offerta risulta essere più favorevole, importare ed immagazzinare la merce ed infine decidere di vendere non appena la domanda si rende più propizia”.

In definitiva sono quindi utili e sono stimolo di crescita condivisa generare dibattiti come quello sviluppatosi nel corso del convegno, che trattino temi come l’importanza delle Zes in Sicilia e il ruolo significativo dei trasporti marittimi, perché è attraverso la sinergia fra le iniziative messe in atto dai privati e gli obiettivi della pubblica amministrazione che si possono fornire delle ottime basi per lo sviluppo della crescita economica e sociale della città.

Dn Logistica sempre attenta all’ambiente: prosegue l’impegno per lo sviluppo di un settore trasporti che sia rispettoso del pianeta

Il tema della sostenibilità è sempre per Dn Logistica non solo una scelta strategica aziendale, ma una vera e propria identificazione del marchio dell’azienda. Una tematica di cui l’impresa è pionera e in cui continua a credere sempre di più, come dimostra il marchio “Verdizziamoci”, la campagna per la sostenibilità, recentemente registrato alla Camera di Commercio.

In occasione del webinar “Sostenibilità, verso un approccio integrato”, tenutosi lo scorso 14 ottobre, Dn Logistica ha ribadito il proprio impegno in questa causa, consapevole della crescente rilevanza degli impatti ambientali della logistica.

Nel corso dell’evento sono state presentate tutti i traguardi raggiunti e le iniziative portate avanti da Dn Logistica. La partnership con il Gruppo Grimaldi, l’impatto ambientale in termini di km non percorsi e riduzioni di immissioni di C02: 24.410.665 sono i km non percorsi solo nel 2020, con 279.838 tonnellate di CO2. Dn Logistica vanta, inoltre, un parco veicolare aggiornato, con mezzi sempre all’avanguardia e di ultima generazione. Una scelta nata dal bisogno di fornire ai dipendenti mezzi comodi, efficienti e a basso impatto ambientale. Da qui, infatti, è nata la decisione di intraprendere l’acquisto dei mezzi a metano.

Come detto, non solo risultati, ma anche tanti progetti, come l’ormai tradizionale appuntamento con “Ecology day”, l’iniziativa per ripulire e riqualificare una determinata area per ridargli nuova vita; il progetto “Saving Bees”, che mira a promuovere un’apicoltura sostenibile, creando nel territorio siciliano un santuario apistico naturalistico per le api mellifere e tutti gli impollinatori, con programmi per promuoverne la conservazione naturale.

Ma il grande impegno di Dn Logistica non si limita solo ad iniziative come quelle sopra citate ma continua anche nell’attività lavorativa svolta quotidianamente dall’azienda. Innovazione, digitalizzazione e diffusione di un approccio di economia circolare supportano e accelerano il raggiungimento degli obiettivi previsti nel Piano di Sostenibilità 2020-2022 dell’azienda.

La trasformazione tecnologica non può prescindere dall’attenzione verso la cyber security, nell’ambito della quale il Gruppo conferma i propri obiettivi di diffusione delle più avanzate soluzioni, nonché di sensibilizzazione in materia di cultura della sicurezza informatica. Una filosofia aziendale che ha contributo a ricevere lo scorso anno il prestigioso premio “100 eccellenze italiane”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684