Punta Braccetto, l’Amministrazione iblea a sostegno di un’iniziativa ambientale - QdS

Punta Braccetto, l’Amministrazione iblea a sostegno di un’iniziativa ambientale

redazione

Punta Braccetto, l’Amministrazione iblea a sostegno di un’iniziativa ambientale

sabato 27 Aprile 2019 - 00:00
Punta Braccetto, l’Amministrazione iblea a sostegno di un’iniziativa ambientale

RAGUSA – Il sindaco Peppe Cassì è stato presente mercoledì mattina a Punta Braccetto presso la Piazza dei Tramonti per partecipare all’iniziativa “Clean Up Randello” promossa con il patrocinio del Comune da Nicole Radice, giovane turista quattordicenne di Como, innamorata dalle spiaggia del territorio ragusano che frequenta insieme a genitori nel corso delle vacanze. All’appuntamento è intervenuto anche l’assessore alla Polizia Muncipale, Ciccio Barone.

“Ci tenevo davvero a ringraziare personalmente Nicole – ha dichiarato il primo cittadino, la sua famiglia e tutti i volontari alcuni dei quali venuti da fuori provincia, specialmente Mariano Comense, e qualche straniero, per partecipare a “Clean Up Randello; si tratta di una nuova iniziativa volta alla pulizia di alcune delle nostre zone naturali più belle ma non sempre conosciute e apprezzate. A Marina di Ragusa, presso la Vallata Santa Domenica, nel centro storico e ora qui si stanno promuovendo attività di questo tipo, sintomo di una ritrovata voglia di rimboccarsi le maniche per il bene della nostra terra”.

Il sindaco Cassì e l’assessore Barone inoltre hanno colto l’occasione della visita a Randello per incontrare anche i residenti. “Non è sempre facile per un sindaco – ha dichiarato nel corso della riunione – riuscire ad avere un contatto diretto e costante con tutti i cittadini. La tecnologia aiuta, e infatti ogni giorno mi scrivete in tantissimi, ma credo che un buon amministratore abbia il dovere di vedere coi propri occhi, stare tra i suoi concittadini”.

“Oggi ho incontrato alcuni residenti di Randello – ha aggiunto il primo cittadino – ed ancora una volta ho toccato con mano l’anima pratica dei ragusani: non lamentele fini a se stesse, ma proposte pratiche per risolvere alcune piccole ma importanti criticità relative soprattutto a viabilità e accesso ai disabili. Le frazioni e contrade di Ragusa sono tante e tutte con problemi diversi: nei limiti di un’agenda senza tregua, continuerò a essere più presente possibile. Le porte del Comune restano aperte; nei prossimi giorni, vi preannuncio, faremo degli incontri dedicati alla sicurezza”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684