Varrica, "Costruiremo navi a Palermo, migliaia di posti di lavoro pronti" - QdS

Varrica, “Costruiremo navi a Palermo, migliaia di posti di lavoro pronti”

Luigi Ansaloni

Varrica, “Costruiremo navi a Palermo, migliaia di posti di lavoro pronti”

giovedì 03 Giugno 2021 - 15:39

Ospite a QdS Pausa Caffè Adriano Varrica, deputato del Movimento Cinque Stelle e membro della commissione ambiente e lavori pubblici alla Camera. Con lui si è parlato dei temi caldi per la viabilità

Ospite a QdS Pausa Caffè Adriano Varrica, deputato del Movimento Cinque Stelle e membro della commissione ambiente e lavori pubblici alla Camera. Con lui si è parlato dei temi caldi per la viabilità di Palermo e anche del futuro di Conte e del M5S.

“Si torneranno a costruire grandi navi a Palermo con migliaia di posti di lavoro. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti si conferma il fantastico risultato per la città di Palermo che sono orgoglioso di aver ottenuto in sinergia istituzionale col Presidente dell’autorità portuale, Pasqualino Monti: 106,5 milioni di investimenti per il rilancio del cantiere navale e per la riqualificazione del molo trapezoidale tra il castello a mare e la Cala”, dice Varrica.

“Queste risorse verranno immediatamente utilizzate, anche considerando il limite previsto di un obbligazione giuridicamente vincolante entro 18 mesi dal decreto. Sono convinto che procederemo spediti, dando nuove prospettive produttive e occupazionali al cantiere navale, riqualificando un’area importante per la città e garantendo una boccata d’ossigeno all’economia grazie a questi lavori pubblici”.

Per quanto riguarda la viabilità di Palermo, si parla di viale Regione Siciliana: “In questi anni ho dedicato molto sforzo e molte energie al ponte Corleone – ha detto Varrica -. Una struttura abbandonata per decenni, finalmente siamo riusciti a mettere nero su bianco le risorse per il raddoppio non esistevano più. Questo è importante perchè senza questo passaggio non potevamo partire con la ricerca delle nuove somme. C’è la collaborazione con Anas, ora ci sarà il commissario, ora bisognerà investire per mettere in sicurezza il ponte, perchè l’impatto sulla mobilità è importante, dobbiamo essere veloci. Se chiudesse? Dobbiamo scongiurarlo, ma dobbiamo anche garantire la sicurezza. Per questo dobbiamo fare test e studi concreti per verificare lo stato dell’infrastrutture”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684