Qualità della vita 2022, classifica delle città italiane e siciliane - QdS

Qualità della vita, gli shock del 2022 pesano sul Sud: la situazione della Sicilia

webms

Qualità della vita, gli shock del 2022 pesano sul Sud: la situazione della Sicilia

Marianna Strano  |
lunedì 12 Dicembre 2022 - 08:09

Il Sole24Ore ha preparato anche nel 2022 l'indagine annuale sulla Qualità della Vita: Bologna ottiene il primato, ecco la posizione delle città siciliane.

Risulta finalmente pubblica la 33ª indagine sulla Qualità della vita del Sole 24 Ore: i risultati mostrano purtroppo come la crisi del 2022, il conflitto in Ucraina e il periodo post-pandemico abbiano influito sul tenore di vita, soprattutto nel Mezzogiorno.

Nella classifica del 2022 risulta sul podio Bologna (in prima posizione), seguita da Bolzano e Firenze. Tre città che non sono di certo nuove al podio (dal 1990 a oggi, per esempio, Bologna e Bolzano hanno ottenuto il primato ben 5 volte) e tutte città del centro-nord. La dimostrazione che, purtroppo, il divario tra Nord e Sud continua a esistere e a essere evidente.

Ecco i vari criteri utilizzati nell’indagine del Sole 24 Ore e come è andata in Sicilia.

Qualità della vita 2022, i criteri e la classifica

Indagine Sole 24 Ore, i criteri

Anche nel 2022 l’indagine della Qualità della vita del Sole 24 Ore ha preso in esame 90 indicatori, suddivisi nelle tradizionali sei macro-categorie tematiche (da 15 indicatori a testa). Le macro-aree in questione sono:

  • ricchezza e consumi;
  • affari e lavoro;
  • ambiente e servizi;
  • demografia, società e salute;
  • giustizia e sicurezza;
  • cultura e tempo libero.

Qualità della vita 2022, la classifica e la posizione della Sicilia

“La 33ª indagine sulla Qualità della vita del Sole 24 Ore certifica la leadership di Bologna, seguita sul podio da Bolzano e Firenze. Un’edizione, quella di quest’anno, che dà ampio spazio alle ricadute sul territorio dei grandi shock del 2022: guerra in Ucraina, caro-energia, inflazione“. Questo è il commento che apre i risultati dell’indagine del noto quotidiano nazionale.

Il podio, come già specificato, è composto da Bologna, Bolzano e Firenze. Ma dove si trovano le città siciliane nella classifica generale? La prima appare solo all’85esima posizione (su 107): si tratta di Ragusa, immediatamente seguita da Agrigento. Seguono nell’ordine: Palermo, Messina, Siracusa e Catania, che occupano le posizioni da 88 a 91. Chiudono la classifica siciliana Trapani (93), Enna (100) e Caltanissetta (105, in terzultima posizione in Italia, prima di Isernia e Crotone).

Non sono dati positivi quelli della Sicilia, c’è però un elemento da considerare: tutte le province siciliane, con l’eccezione di Enna, Caltanissetta e Agrigento, registrano un miglioramento di posizione rispetto allo scorso anno. Il che non era scontato, considerando il difficile anno che sta per finire.

Le grandi città siciliane, come si vive a Catania, Messina e Palermo

Nella classifica delle città per Qualità della Vita del 2022, Palermo, Messina e Catania occupano rispettivamente le posizioni 88, 89 e 91. Considerando che la classifica finisce a 107, non è un risultato eccezionale, ma le 3 città principali della Sicilia guadagnano comunque rispettivamente 7, 8 e 11 posizioni.

Palermo riesce a inserirsi in alcune TOP10: ottiene il nono posto nella classifica “Reddito medio da pensione di vecchiaia”, il quinto in quella sul “numero di pensioni di vecchiaia”. In più, ottiene un ottimo quinto posto per “qualità ricettiva delle strutture alberghiere”, ma anche per “età media del parto” e “quoziente di natalità”. Per consumi energetici, invece, il capoluogo regionale è settimo. Infine, la città ha un dignitoso quarto posto per “penetrazione della banda larga” nel territorio.

Messina sorprende con un secondo posto nella classifica italiana sulla Qualità della Vita del 2022 per quanto riguarda i medici di medicina generale attivi per ogni mille abitanti. Va peggio sul fronte sicurezza, dove la città dello Stretto ottiene il secondo posto per numero di furti in abitazione. TOP10 (nona posizione) anche per numero di impiegati comunali con meno di 40 anni.

Per quanto riguarda Catania, la città ottiene un secondo posto per età media del parto e il terzo per quoziente di natalità. “Maglia nera”, invece, sul fronte dell’ecosistema urbano: il capoluogo etneo incassa un brutto colpo, ottenendo la posizione 107.

Enna e Caltanissetta, fanalino di coda

In Sicilia, Enna e Caltanissetta occupano le ultime posizioni nella classifica generale sulla Qualità della Vita del Sole 24 Ore nel 2022. Enna, in particolare, ottiene il primato nazionale per numero di furti con strappo e, in generale, è 99esima nella classifica relativa alla macro-area “Ricchezza e Consumi”.

Caltanissetta, invece, risulta la “patria” delle pensioni di vecchiaia (quarta posizione in classifica) e una terra dove gli infortuni sul lavoro sono la normalità (altra quarta posizione). La città, in più, va oltre la centesima posizione per quanto riguarda “Affari e Lavoro”, “Ambienti e servizi” e “Cultura e tempo libero”.

Qualità della vita 2022, altri risultati siciliani

Ci sono dei primati in Sicilia. Siracusa, per esempio, è prima per età media alla data del parto. E, passando a un dato finalmente positivo, nella classifica Trapani ottiene la prima posizione per illuminazione pubblica sostenibile. Altro dato positivo è quello relativo alla presenza dei medici sul territorio in provincia di Messina.

Più tristi i primati di Enna e Caltanissetta sul fronte della criminalità (già menzionati).

Nel complesso, la qualità di vita ha subìto gli effetti di parecchi problemi nazionali e internazionali nel 2022. La Sicilia guadagna posizioni, ma senza “brillare” e mantenendosi ancora nella parte bassa della classifica su diversi indicatori che vanno dal lavoro, alla ricchezza e alla sanità.

Immagine di repertorio

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001