Revoca sciopero benzinai del 26 gennaio 2023 - QdS

Sciopero benzinai, arriva la revoca per il 26 gennaio: “Per i cittadini, non per il Governo”

webms

Sciopero benzinai, arriva la revoca per il 26 gennaio: “Per i cittadini, non per il Governo”

Redazione  |
mercoledì 25 Gennaio 2023 - 17:49

Le associazioni Fegica e Figisc/Anisa annunciano in una nota congiunta le ragioni che hanno portato alla revoca dello sciopero.

Revoca dello sciopero dei benzinai per il secondo giorno previsto per il 26 gennaio: lo annunciano, in una nota congiunta le associazioni Fegica e Figisc/Anisa.

Negli scorsi giorni, lo sciopero in questione era stato al centro di numerosi dibattiti e polemiche, soprattutto da parte delle associazioni dei consumatori, come Codacons, che hanno parlato di un gesto “ingiustificato” e di “interruzione di pubblico servizio”.

Revoca sciopero benzinai del 26 gennaio 2023

La decisione di revocare lo sciopero dei distributori di carburanti previsto per il 26 gennaio è stata assunta “a favore degli automobilisti e non certo per il Governo“, precisano in una nota le associazioni.

Ecco cosa si legge nella nota che spiega la decisione.

“Pur riconoscendo di aver potuto interloquire in maniera costruttiva con il Ministero che si è speso per diventare interlocutore propositivo, l’incontro ha confermato il persistere di molte criticità. Anche quest’ultimo ennesimo tentativo di rimediare a una situazione ormai logora non è riuscito a evidenziare alcun elemento di concretezza che possa consentire anche solo di immaginare interventi sui gravissimi problemi del settore e di contenimento strutturale dei prezzi. Le proposte emendative avanzate dal Governo al suo stesso decreto non rimuovono l’intenzione manifesta di individuare i benzinai come i destinatari di adempimenti confusi, controproducenti oltreché chiaramente accusatori”, denunciano le associazioni.

“È a loro, ai cittadini che i benzinai si rivolgono, non certo al Governo, revocando il secondo giorno di sciopero già proclamato, eliminando ogni possibile ulteriore disagio, a questo punto del tutto inutile. I distributori quindi riapriranno già da questa sera. Il confronto a questo punto si sposta in Parlamento dove i benzinai hanno già avviato una serie di incontri con tutti i gruppi parlamentari perché il testo del decreto cosiddetto trasparenza raccolga in sede di conversione le necessarie modifiche”, concludono le associazioni.

Immagine di repertorio

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001