Ricorso contro l’elezione del sindaco Greco, nel mirino quattro delle liste a suo sostegno - QdS

Ricorso contro l’elezione del sindaco Greco, nel mirino quattro delle liste a suo sostegno

Liliana Blanco

Ricorso contro l’elezione del sindaco Greco, nel mirino quattro delle liste a suo sostegno

venerdì 21 Giugno 2019 - 00:00
Ricorso contro l’elezione del sindaco Greco, nel mirino quattro delle liste a suo sostegno

L’Amminstrazione comunale non traballa e ostenta sicurezza: “Abbiamo strumenti efficaci di difesa”. Lo sconfitto al ballottaggio, Spata, ha presentato tutta la documentazione al Tar di Palermo

GELA (CL) – È passato un solo mese dal ballottaggio che ha portato all’elezione del sindaco Lucio Greco, ma già c’è aria di un nuovo terremoto politico che potrebbe decretare un ribaltamento della situazione attuale.

Il 13 giugno, nei limiti temporali previsti dalla legge, la coalizione a sostegno del candidato a sindaco Giuseppe Spata ha depositato un ricorso al Tar Palermo per l’esclusione di quattro delle cinque liste collegate all’attuale sindaco. Le firme sarebbero state raccolte senza specificare i ventiquattro candidati delle liste, insomma firme in bianco a sentire la coalizione perdente.

A sottoscrivere il ricorso sono stati i gruppi politici di Lega, Avanti Gela, Fratelli d’Italia e Centristi. Non figura l’Udc, che si è defilato nonostante abbia sostenuto il candidato Spata durante la competizione elettorale.

“Chiediamo il ripristino della legalità – ha fatto sapere Spata – perché troviamo discrepanze rispetto ai dettami della normativa. Noi abbiamo perso le elezioni perché siamo stati corretti e ligi alla norma”.

A replicare ci ha pensato per prima il vice sindaco Terenziano Di Stefano, che ha parlato di “accuse infamanti e gravissime di fronte a cui reagiremo con forza e azioni appropriate, fermo restante che dimostreremo la regolarità delle nostre liste”.

“Andremo avanti con la nostra azione politica – ha commentato invece il sindaco Greco – e non ci faremo irretire da questa mossa, di fronte alla quale abbiamo strumenti efficaci di difesa”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684