"La riforma del codice degli appalti: un anno dopo" a Palermo un convegno di Legacoop Sicilia con Aiga e RUM - QdS

“La riforma del codice degli appalti: un anno dopo” a Palermo un convegno di Legacoop Sicilia con Aiga e RUM

Press Service

“La riforma del codice degli appalti: un anno dopo” a Palermo un convegno di Legacoop Sicilia con Aiga e RUM

Redazione  |
lunedì 20 Maggio 2024

“La riforma del codice degli appalti: un anno dopo”. E’ stato questo il tema di un interessante convegno organizzato a Palermo.

“La riforma del codice degli appalti: un anno dopo”. E’ stato questo il tema di un interessante convegno organizzato a Palermo da Legacoop Sicilia con AIGA (Associazione italiana Giovani Avvocati) e RUM, incentrato anche sul Project financing come strumento innovativo per la realizzazione di progetti sul territorio, con l’utilizzo corretto dei capitali privati per migliorare i servizi ai cittadini.
L’evento, organizzato ai Giardini del Teatro Massimo, è stato introdotto dai saluti del presidente di Legacoop, Filippo Parrino, e di Antonino Musacchia, presidente di AIGA Palermo, e ha visto gli interventi del responsabile dell’Ufficio legislativo e del lavoro di Legacoop Produzione e servizi, Daniele Branca, di Nino Caleca, componente del Consiglio di giustizia amministrativa, di Maria Cristina Cavallaro, ordinario di Diritto amministrativo presso DiGi UniPa e dell’avvocato Filippo Ficano, Junior, partner dello Studio P.MMS Legal.

Lo sviluppo dell’evento

Durante il convegno, un focus è stato dedicato al Project Financing con la moderazione dei lavori da parte dell’avvocato Nelli Scilabra dello Studio P.MMS Legal, e la partecipazione dell’avvocato Francesco Stallone, socio fondatore dello Studio P.MMS Legal, di Luca Giansanti, direttore commerciale Consorzio nazionale servizi, di Paolo Amenta, presidente di ANCI Sicilia, e del sindaco di Palermo, Roberto Lagalla.

L’avvocato Scilabra ha aperto il dibattito sull’istituto del project financing, spiegando che è un istituto che permette alla P.A. di realizzare grandi opere utilizzando le risorse dei privati che parteciperanno alla gestione: uno strumento, quindi, di risparmio per la Pubblica Amministrazione, per gli enti locali e per le cooperative, e che si è ancora in fase embrionale ma che la nuova riforma ha snellito di molto le procedure. A un anno dalla sua attuazione l’intento del convegno è stato quello di sottolineare le novità positive e negative della riforma del Codice degli appalti, riunendo una platea diversificata di giuristi, operatori di mercato e avvocati esperti del settore, così come ha evidenziato Paco Cottone, responsabile Legacoop Produzioni e Servizi Sicilia, che ha moderato la prima parte dei lavori, per parlare di capacità progettuali sulle risorse e bandi futuri, di progetti rieducativi, sanità, infrastrutture e soprattutto sicurezza.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017