Rischio per la salute degli oceani - QdS

Rischio per la salute degli oceani

redazione

Rischio per la salute degli oceani

giovedì 06 Febbraio 2020 - 17:51

di Roberta Lanzafame

Negli ultimi cinque anni e in particolare nel 2019, si è verificato un aumento esponenziale della temperatura degli oceani , temperature record. A dichiararlo è uno studio pubblicato recentemente sulla rivista scientifica Advances in Atmospheric Sciences.

Questo studio accurato mostra il progressivo riscaldamento degli oceani a partire dal 1955, focalizzando in particolare i periodi compresi tra il 1987 e il 2019, anni in cui questo fenomeno ha raggiunto l’apice dei dati registrati rispetto al periodo precedente.

La temperatura dei mari riguardanti l’anno appena terminato sono state infatti superiori, seppur di poco rispetto alla media del periodo 1981-2010.

Ciò significa che gli oceani hanno assorbito un’immensa quantità di calore presente nell’atmosfera terrestre.

Gli scienziati artefici della ricerca hanno lanciato un ultimatum affinchè si intervenga prontamente ed in modo efficiente a questa urgenza globale come sana attitudine per i successivi anni.

I mari coprono infatti i tre quarti della superficie della Terra, assorbono cioè, più del 90% del calore in eccesso prodotto dalle attività umane e gran parte di sostanze tossiche , la più comune è la CO2 che viene emessa ed immessa nell’atmosfera, provocando gravi conseguenze per la salute delle acque che, diventando acide, mettono a rischio le barriere coralline e numerose specie animali.

I mari possono offrire soluzioni contro il cambiamento climatico, molto più di quanto stimato sino ad oggi.

Potrebbero contribuire fino a un quinto dei tagli annuali delle amissioni di carbonio necessarie nel 2050 per limitare l’aumento della temperatura globale entro 1,5 gradi centigradi. Riduzioni maggiori rispetto alle emissioni annue di centrali elettriche a carbone in tutto il mondoe alle emissioni totali annue della Cina. A constatare questi interessanti aspetti sono gli esperti dell’High-Level Panel for a Sustainable Ocean as a Solution for Climate Change.

Bisogna aumentare il sostegno all’osservazione e alla ricerca integrata per informare i decisori politici sugli impatti osservati e previsti dei cambiamenti climatici, del riscaldamento e dell’aqcidificazione degli oceani e del ruolo del carbonio.

Per garantire un futuro alla Terra e agli esseri che ne fatto parte attiva.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684