Santalucia, presidente Anm, ci serve attenzione dal Parlamento - QdS

Santalucia, presidente Anm, ci serve attenzione dal Parlamento

web-gl

Santalucia, presidente Anm, ci serve attenzione dal Parlamento

web-gl |
lunedì 24 Maggio 2021 - 09:28

Poi aggiunge: "Dalla crisi si esce con buone riforme" e in merito alla strigliata di Mattarella "Credo faccia sempre bene. Coglie una preocupazione che è anche la nostra".

“Dalla crisi si esce con buone riforme. Abbiamo bisogno dell’attenzione del Parlamento”. Così il presidente dell’Anm, l’associazione nazionale dei magistrati, Giuseppe Santalucia commenta le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sulle liti tra toghe in un’intervista al ‘Corriere della Sera’.

Alla domanda su come ha accolto la strigliata del Capo dello Stato Santalucia risponde: “Credo che faccia sempre bene. Coglie una preoccupazione che è anche la nostra. È un periodo non facile per la magistratura. Ci sono più punti di vista su come superare la crisi. All’interno dell’Anm si discute ma non ci sono conflitti. Tranne con un piccolo gruppo. Sui principi generali, autonomia e indipendenza c’è unità. Ma tante cose non dipendono da noi”.

In merito alla vicenda della presunta ‘loggia Ungheria’ dichiara: “Abbiamo visto molte liti in tv tra magistrati. Siamo tutti in trepidante attesa che ci dicano qualcosa di certo su quelle rivelazioni, ma il salotto tv non sostituisce l’accertamento della verità. Fare ipotesi in tv, litigando con i colleghi, non credo sia la strada. Il tavolo di confronto deve essere serio. O c’è chi deduce che tutto è malato. E non è così”. Infine, alla domanda se la magistratura uscirà dalla crisi, il presidente dell’Anm risponde: “Sì, c’è tanta indignazione. Il caso Palamara ha fatto tanto male, ma anche tanto bene”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684