Scuola, oggi quasi 7 milioni gli studenti in presenza - QdS

Scuola, oggi quasi 7 milioni gli studenti in presenza

web-gl

Scuola, oggi quasi 7 milioni gli studenti in presenza

web-gl |
lunedì 19 Aprile 2021 - 09:07

Dal 26 aprile tutti in classe: oggi in programma incontri tra sindacati e Ministero sui temi delle ripartenze, dei protocolli di Maturità e del reclutamento del personale.

Da oggi saranno 6 milioni e 850 mila gli alunni fisicamente in aula sugli 8,5 milioni totali degli istituti statali e paritari, 8 su 10. Sono 291 mila in più della scorsa settimana, tutti della Campania, che è uscita dalla zona rossa.

Restano in fascia di massimo rigore Puglia, Sardegna e Valle d’Aosta, con 390 mila alunni in didattica a distanza (dad). In tutto saranno quasi un milione e 657 mila quelli ancora a casa in dad la prossima settimana. Dal 26, invece, in zona gialla e arancione tutte le scuole saranno in presenza al 100%. In zona rossa le lezioni si svolgeranno in classe fino alla terza media (ora è fino alla prima), mentre alle superiori l’attività si svolgerà almeno al 50% in presenza.

Sulla riapertura della attività scolastica, gli esami di Stato e l’aggiornamento protocollo sicurezza e sul reclutamento del personale docente, i sindacati della scuola – a quanto si apprende – sono stati convocati per oggi dal ministero dell’Istruzione. Gli appuntamenti sono fissati alle 9.30 e alle 14.30.

In merito a questi temi, il presidente dell’Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli, a Omnibus, su La 7, ha detto: “Non si tratta di frenata, anzi il ritorno in presenza è stato a lungo auspicato dai dirigenti scolastici ma le nostre sono considerazioni di tipo tecnico. Da un lato oltre il 70% del personale scolastico è stato vaccinato ma le criticità sono sempre lì: innanzitutto il trasporto pubblico locale, poi gli spazi sono quelli di qualche mese fa.

Aggiungiamo che il piano di screening che doveva partire non riesce a decollare, qualche preoccupazione dunque è lecito averla. Sarebbe opportuno lasciare alle scuole la possibilità di decidere la percentuale da far frequentare, per esempio il 75% in presenza il resto lo decide la scuola.
Noi siamo assolutamente favorevoli al rientro a scuola dei ragazzi ma nei mesi passati ci è stato risposto che non c’erano le condizioni per quanto riguarda i trasporti. La situazione dei trasporti è rimasta la stessa, la differenza è che ci sono state le vaccinazioni al personale scolastico ma il piano è stato sospeso: forse era il caso di non sospenderlo e proseguire”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684