Sicilia tra le regioni che innovano meno, solo 31 brevetti nel 2020 - QdS

Sicilia tra le regioni che innovano meno, solo 31 brevetti nel 2020

Gabriele DAmico

Sicilia tra le regioni che innovano meno, solo 31 brevetti nel 2020

venerdì 14 Gennaio 2022 - 06:45

Report Unioncamere-Dintec sui dati dell’European Patent Office (Epo): 3 in meno rispetto al 2019. L’abisso ci divide dalla Lombardia, dove sono state 1.506 le innovazioni pubblicate

PALERMO – Nessuna crescita per le invenzioni siciliane nel 2020. Anzi, si può parlare a tutti gli effetti di una decrescita, seppur minima.

Sono infatti appena 31 le domande di brevetto targate Sicilia e pubblicate dall’European Patent Office (Epo) nel 2020, secondo l’analisi effettuata da Unioncamere–Dintec: tre in meno rispetto a quelle pubblicate nel 2019.
Una decrescita, appunto. Ma dall’analisi effettuata da Unioncamere, il dato più preoccupante che emerge è che la Sicilia è una delle regioni italiane che innova di meno. L’Isola, pur piazzandosi 14esima nella classifica regionale, con i suoi 31 brevetti pubblicati è l’unica con una popolazione di oltre quattro milioni di abitanti ad occupare la parte bassa della classifica. Peggio della Sicilia, infatti, fanno solo regioni con una popolazione nettamente inferiore: Umbria (26 i brevetti pubblicati), Sardegna (con 15 brevetti pubblicati nel 2020) e Calabria (13). Chiude la classifica il Molise, con appena quattro brevetti pubblicati.

Numeri estremamente lontani da quelli delle regioni che abitano la parte alta della classifica. La Lombardia è la regione italiana i cui cittadini hanno pubblicato più brevetti nel 2020: 1.506 le innovazioni certificate dall’Epo. Gli altri gradini del podio sono occupati dall’Emilia Romagna (703 brevetti) e dal Veneto (596).

Sicilia 31, Veneto 596

Anche se non sembra, le regioni del podio hanno una cosa in comune con la Sicilia: la popolazione. Secondo gli ultimi dati Istat, infatti, L’Isola conta 4.833.705 cittadini; una cifra non lontana da quella del Veneto che ne ha 4.869.830. Insomma, circa lo stesso numero di cittadini in Veneto ha pubblicato 596 brevetti nel 2020, mentre in Sicilia solo 31. Si potrebbe pensare che la Sicilia soffra del gap Nord-Sud. Ma non è questo il caso. Infatti, l’Isola fa peggio anche della Campania, dove oltre 5 milioni di abitanti hanno pubblicato 75 brevetti nel 2020: oltre il doppio rispetto a quelli pubblicati dai siciliani.

Nonostante l’analisi di Unioncamere fotografi una situazione stagnante dell’innovazione siciliana e una differenza sostanziale tra i brevetti pubblicati dalle regioni del Nord (3.619) e quelle del Sud (239), va detto che la situazione italiana è di gran lunga positiva. L’Italia innovativa, quella che fa ricerca e produce brevetti a livello europeo, sta crescendo. Sono 4.465 le domande di brevetto italiane pubblicate dall’Epo nel 2020: il 5,3% in più dell’anno precedente.

“I dati sui brevetti italiani in Europa – ha dichiarato il presidente di Unioncamere, Andrea Prete – dimostrano che il nostro Paese ha una capacità di innovazione importante non solo nei settori ad alta intensità di conoscenza ma anche in quelli tipici dell’Italian style”.

I settori dove si è innovato di più nel 2020 sono quelli delle tecniche industriali, dei trasporti e delle necessità umane. Oltre il 50% dei brevetti italiani pubblicati in Europa, infatti, riguarda innovazioni in questi campi. Altri settori ad alta presenza di brevetti sono quello della meccanica (11%) e quello della fisica (10,8%).

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684