L’area marina del Plemmirio è “Parco inclusivo 2022” - QdS

L’area marina del Plemmirio è “Parco inclusivo 2022”

Luigi Solarino

L’area marina del Plemmirio è “Parco inclusivo 2022”

mercoledì 04 Maggio 2022 - 10:09

La zona protetta ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per la "perseveranza per gli interventi volti a favorire l’accessibilità e la fruibilità dell’accesso al mare alle persone con disabilità"

SIRACUSA – All’Area Marina Protetta (Amp) Plemmirio è stato conferito il Premio “Parco Inclusivo” 2022, nel corso della edizione 2002 di “Obiettivo terra”, in collaborazione con Fiaba Onlus e Federparchi.

Il prestigioso premio è stato attribuito alla riserva marina siracusana per una serie di motivazioni tra cui spicca la “perseveranza per gli interventi volti a favorire l’accessibilità e la fruibilità dell’accesso al mare alle persone con disabilità e a ridotta mobilità”.

Il premio è stato annunciato nel corso di una conferenza svoltasi nella sede del Consorzio Plemmirio, alla presenza tutti i vertici della Amp Plemmirio: la presidente, Patrizia Maiorca, il vicepresidente, Marco Mastriani, Emma Schembari componente del Cda e il coordinatore consortile, Sabrina Zappalà, cui il premio è stato consegnato a Roma, accompagnata da Francesco Perez di Valorable, partner fondamentale nella iniziativa.

L’edizione per l’anno in corso di “Obiettivo Terra” ha ricevuto il patrocinio morale di: Senato della Repubblica; Camera dei Deputati; ministero della Transizione Ecologica; Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Ministero della Cultura; Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali; Città Metropolitana di Roma Capitale; Roma Capitale; Prefettura di Roma; Federparchi; Federculture e di tutti i Parchi Nazionali d’Italia, con l’adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e del Comando Unità forestali, ambientali e agroalimentari dei Carabinieri.

“L’obiettivo del Premio – ha dichiarato la presidente Maiorca – è quello di valorizzare il lavoro quotidiano delle Aree Protette d’Italia, orientato alla tutela ambientale, alla salvaguardia della biodiversità, alla difesa delle tipicità locali e permettere la diffusione di un modello di turismo veramente ecosostenibile e responsabile. Questo riconoscimento ci riempie di orgoglio e ci fa comprendere di lavorare nella giusta direzione”.

“Si tratta di un premio – ha sottolineato il vicepresidente Mastriani – che ci consente di dare visibilità nazionale alle buone pratiche e alla governance istituzionale della nostra area marina rivolta all’impegno, alla protezione dell’ambiente e alla sua corretta fruizione, obiettivi primari con cui è necessario amministrare un territorio così ricco di risorse e opportunità come il nostro”.

“Questo premio rappresenta uno stimolo in più – ha affermato Emma Schembari – e arriva proprio nel momento in cui stiamo preparando le nuove attività dell’estate 2022, sicuramente l’attenzione alla accessibilità del mare è sempre stata tra le finalità principali dell’Area marina protetta Plemmirio, sin dalla sua istituzione”.

“È stato un onore ritirare questo premio – ha commentato Sabrina Zappalà – la presenza del nostro consigliere Perez, come lui si autodefinisce, è stata un valore aggiunto che ci ha permesso di raggiungere questo risultato e ci ha fatto anche comprendere che c’è ancora tanto da fare”.

“Siamo soddisfatti – ha detto il capitano di fregata Enrico Martis, rappresentante della locale Capitaneria di Porto – per l’importante riconoscimento nazionale e per essere riusciti a coniugare gli obiettivi logistici correlati alla fruizione in sicurezza del mare”.

“È stata – ha commentato il responsabile della associazione Valorable, Perez – una esperienza di conoscenza e insieme di forza, siamo consapevoli di essere di fronte a nuove opportunità ma anche a nuove difficoltà per superare il concetto errato di ‘diversità’, che spesso affiora creando esclusione più che inclusione”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684