Speranza, "Pandemia non è finita, giusto il richiamo dell'Oms" - QdS

Speranza, “Pandemia non è finita, giusto il richiamo dell’Oms”

Web-al

Speranza, “Pandemia non è finita, giusto il richiamo dell’Oms”

Web-al |
giovedì 08 Luglio 2021 - 11:58

Il ministro della Salute ha toccato diversi argomenti a margine dell'Assemblea Pubblica di Farmindustria 2021. E sulla decisione dell'Inghilterra...

“Le parole dell’Oms di prudenza sono quelle che ripeto da sempre: la pandemia non è finita, dobbiamo avere grande prudenza e attenzione soprattutto per le varianti che sono elementi di ulteriore preoccupazione in un quadro che va seguito con grande attenzione”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, a margine dell’Assemblea Pubblica di Farmindustria 2021, commentando il richiamo rilanciato ieri dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. “C’è un quadro notevolmente migliore rispetto a quello che abbiamo conosciuto nei mesi precedenti – ha aggiunto – ma va tenuta alta la guardia”.

Poi sui dati delle vaccinazioni: “C’è un dibattito comprensibile, ma vanno guardati i numeri, giorno per giorno. E ogni giorno siamo sopra le 500.000 dosi somministrate. Dobbiamo insistere su questa strada”.

Rispetto alla decisione dell’Inghilterra di riaprire nonostante la variante Delta, afferma: “Noi abbiamo scelto una linea dal 26 di aprile, che è una linea di gradualità e prudenza e del fare passo dopo passo con grandissima cautela. E questa linea ha portato i suoi frutti”.

E sulla scuola il ministro alla salute ha dichiarato: “La stragrande maggioranza degli insegnanti ha aderito alla vaccinazione, c’è una una percentuale molto significativa del personale scolastico, dobbiamo lavorare perché questa percentuale cresca ancora nelle prossime settimane e secondo me le condizioni ci sono. Lavoriamo perché” a settembre la scuola “possa riprendere nel modo più sicuro possibile”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684