A Paceco esplode la polemica per il taglio di alberi sani - QdS

A Paceco esplode la polemica per il taglio di alberi sani

Pietro Vultaggio

A Paceco esplode la polemica per il taglio di alberi sani

venerdì 20 Marzo 2020 - 00:00
A Paceco esplode la polemica per il taglio di alberi sani

L’intervento del Comune è legato ad un progetto che farà nascere un’attività commerciale. La sezione trapanese di Italia Nostra: “Uno scempio, non davano alcun fastidio”

PACECO (TP) – Tutela ambientale e rispetto per la natura, questo chiede la sezione di Trapani di Italia Nostra, dopo il taglio di tre alberi avvenuto lungo la strada statale 115 (via Trapani), in contrada Firriato a Paceco.

Imputato anche l’abbattimento di un quarto albero: il pino che sorge al centro di via Toselli e che l’amministrazione comunale ha intenzione di togliere. “Nella mattina di sabato sette marzo – si legge nella nota stampa di Italia Nostra – sono stati tagliati tre grossi alberi, due pini e un platano, presenti sulla banchina stradale. I due pini distavano fra loro circa venti metri. Condanniamo questo scempio, questo inutile accanimento contro tre giganti in buona salute che non davano alcun fastidio”.

In realtà, come si legge anche nel comunicato della sezione trapanese, l’intervento è connesso al progetto di adibire un fabbricato esistente, nell’area situata oltre la banchina, ad attività commerciale. Italia Nostra commenta anche la decisione dell’amministrazione comunale di Paceco di tagliare il pino presente in via Toselli.

“Questa pianta – dicono la presidente Anna Maria Piepoli e il vice presidente Antonio Pellegrino –, che è ancora in buone condizioni, testimonia la presenza del baglio e della pineta sita in quella zona prima della lottizzazione. Quindi, è una flebile traccia storica, che riteniamo inopportuno cancellare. Peraltro – sottolineano i vertici di Italia Nostra – i problemi posti dal parziale sollevamento del manto stradale sono tecnicamente risolvibili”. Quello che segnala la sezione trapanese è la nuova sensibilità ambientale, sostenuta anche dalla legge 10/2013, e che punta alla salvaguardia e all’implementazione del verde esistente.

“Siamo assolutamente contrari – proseguono – al taglio indiscriminato di alberi sani che non sono un ingombro ma un bene comune che migliora la bellezza, il decoro e il ristoro delle aree urbane”.

L’idea di Italia Nostra è quindi quella di verificare la legittimità del taglio dei tre alberi della via Trapani e, in collaborazione con l’amministrazione, individuare una soluzione tecnica che consenta di mettere in sicurezza l’area di via Toselli, senza sacrificare il pino.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684