Omicron, boom di contagi, ma per i vaccinati meno letale di morbillo e pertosse - QdS

Omicron, boom di contagi, ma per i vaccinati meno letale di morbillo e pertosse

web-dr

Omicron, boom di contagi, ma per i vaccinati meno letale di morbillo e pertosse

web-dr |
sabato 15 Gennaio 2022 - 12:40

La nuova variante del Covid 19, Omicron, altamente contagiosa, sta facendo levitare giorno dopo giorno il numero dei positivi ma contestualmente scende il tasso di mortalità per chi è vaccinato

La nuova variante del Covid 19, Omicron, altamente contagiosa, sta facendo levitare giorno dopo giorno il numero dei positivi. Quello che più volte è stato rilevato è che la stessa variante è meno letale di Delta e delle precedenti per chi è vaccinato da meno di 4 mesi (dopo serve la dose booster per riportare i livelli degli anticorpi a un livello di protezione ottimale).

Nuovi positivi al Covid e deceduti negli ultimi 30 giorni

Per questo ci vengono incontro i dati dell’Istituto superiore di sanità di sabato scorso, gli ultimi disponibili. Negli ultimi 30 giorni a fronte di 1.108.367 nuovi positivi si sono avuti 1.170 morti tra i non vaccinati, 107 tra chi si era vaccinato da meno di 4 mesi, 84 tra chi aveva ricevuto anche la terza dose (anche se bisogna notare che di questi 56 erano ultraottantenni con altre patologie).

Tasso di mortalità tra vaccinati e non vaccinati

Il tasso di mortalità per 100.000 abitanti nell’ultimo mese è stato pari a 34 per i non vaccinati, 4,1 per i vaccinati con ciclo completo terminato da più di quattro mesi, 3 per i vaccinati con ciclo completo da meno di 4 mesi, infine 1,3 per i vaccinati con dose booster.

Tasso di letalità del Covid

L’Università di Oxford insieme alla John Hopkins di Baltimora, ogni giorno elaborano in modo dettagliato i dati ufficiali dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

I grafici realizzati (noi abbiamo preso in considerazione i dati relativi all’Italia) mostrano ancora una volta l’aumento esponenziale dei contagi negli ultimi 4 mesi.

Nuovi casi di Covid in Italia da febbraio 2020


Il secondo grafico preso in considerazione mostra invece la progressiva diminuzione, nello stesso periodo, dell’indice C.F.R. (Case Fatality Rate, ovvero il tasso di letalità) in Italia.

Il C.F.R. è l’indice di mortalità (o tasso di letalità) che rappresenta la pericolosità di una malattia; è ottenuto dal rapporto percentuale tra il numero dei contagiati ufficiali ed i decessi registrati.

Tasso di mortalità del Covid (per i vaccinati) negli ultimi 6 mesi

Al 12 gennaio (considerando gli ultimi sei mesi e quindi da quando sono entrati in gioco i vaccini) il tasso di letalità in Italia si attestava allo 0,22% (come si evince facilmente osservando la curva), decisamente più basso del 2,1% che riscontra l’Istituto superiore di sanità considerando i dati da inizio pandemia (137.285 deceduti su poco più di sei milioni e mezzo di casi).

Morbillo, vaiolo, pertosse: malattie più letali del Covid

In conclusione, prendendo in riferimento il tasso di letalità delle principali malattie mortali, si può ben dire che il Covid 19 (soprattutto nella sua ultima variante Omicron) per i vaccinati risulta essere meno letale (fonte Wikipedia) di malattie come il morbillo (tasso di mortalità tra l’1 e il 3%), il vaiolo (1%), la pertosse (1%), la malaria (0,3%), la tubercolosi (43%), il tetano (50% nei non vaccinati e non trattati) o le infezioni da HIV se non trattate (99%).

Dario Raffaele

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684