Tempi pagamento Asp, in Sicilia si attendono 70 giorni - QdS

Tempi pagamento Asp, in Sicilia si attendono 70 giorni

Serena Giovanna Grasso

Tempi pagamento Asp, in Sicilia si attendono 70 giorni

sabato 28 Settembre 2019 - 00:00
Tempi pagamento Asp, in Sicilia si attendono 70 giorni

Farmindustria: nell’Isola a giugno 2019 dati in riduzione per i fornitori di farmaci rispetto al trimestre precedente (74 giorni). Maglia nera per la Calabria (211 giorni). Abruzzo e Campania al top in Italia (in entrambi i casi 38 giorni)

PALERMO – Scende leggermente, tra marzo e giugno 2019, il tempo impiegato dalle Aziende sanitarie provinciali siciliane per pagare i conti ai fornitori di farmaci. Secondo i dati contenuti all’interno del report Farmindustria (Associazione delle imprese del farmaco), a fine del secondo trimestre dell’anno in corso in Sicilia i tempi necessari ad espletare i pagamenti si sono attestati mediamente sui settanta giorni (esattamente quattro giorni in meno rispetto a quanto accadeva a fine del trimestre precedente e ben otto giorni in meno rispetto ai 78 giorni medi rilevati nel corso degli ultimi quattro trimestri).

Siamo ancora ben lontani dal limite massimo di sessanta giorni, fissato dalla direttiva europea 7/2011 in riferimento ai pagamenti effettuati dal servizio sanitario nazionale (infatti, tutte le altre pubbliche amministrazioni sono tenute a pagare le proprie fatture entro trenta giorni dalla data del loro ricevimento).

La Calabria ha conquistato la maglia nera: infatti, al sistema sanitario calabrese servono circa sette mesi per soddisfare le richieste di pagamento dei fornitori di farmaci (esattamente 211 giorni, in lievissimo calo rispetto ai 213 rilevati nel corso del trimestre precedente). Situazione particolarmente critica anche in Molise (146 giorni, in netto peggioramento rispetto ai 135 giorni necessari nel trimestre precedente), Sardegna (98 giorni, anche in questo caso in aumento rispetto ai 95 giorni del primo trimestre 2019 e ai 90 giorni rilevati mediamente nel corso degli ultimi quattro trimestri) e Toscana (92 giorni, dato perfettamente in linea con il trimestre precedente, ma in deciso peggioramento rispetto alla media di 83 giorni relativa agli ultimi quattro trimestri).

In Abruzzo e Campania, invece, si registrano i tempi di attesa più contenuti a livello nazionale (38 giorni in entrambe le regioni). In generale, sono solo dieci le regioni che adempiono ai propri doveri di pagamento nei confronti dei fornitori entro il limite di 60 giorni previsti dalla legge: oltre a Campania e Abruzzo troviamo Umbria (42 giorni), Veneto (44 giorni), Valle D’Aosta (47 giorni, in netta riduzione rispetto ai 57 giorni relativi al trimestre precedente), Emilia Romagna (49 giorni), Marche (49 giorni, in deciso miglioramento rispetto ai 62 giorni necessari nel primo trimestre dell’anno), Lombardia (56 giorni), Liguria (58 giorni) e Friuli Venezia Giulia (58 giorni, ovvero ben tredici giorni in più rispetto ai 45 rilevati a fine marzo).

Sei regioni viaggiano tra i 60 e gli 80 giorni: in particolare, si tratta di Piemonte (63 giorni), Basilicata (66 giorni), Lazio (69 giorni), la già citata Sicilia (70 giorni), Trentino Alto Adige (70 giorni) e Puglia (80 giorni). A livello nazionale, il dato medio a fine giugno si attesta sui 66 giorni, in riduzione rispetto ai 68 giorni di fine marzo, pur rimanendo decisamente più alto rispetto a quello registrato a fine dicembre 2018 (58 giorni). Una variabilità che comunque si mantiene vicina al tempo massimo stabilito per legge in 60 giorni e ben lontano dai 92 giorni di attesa di giugno 2017, dai 123 di marzo 2016 o dai 151 giorni di giugno 2015.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684