Terzo settore, le Fondazioni bancarie continueranno a sostenere il Meridione - QdS

Terzo settore, le Fondazioni bancarie continueranno a sostenere il Meridione

redazione

Terzo settore, le Fondazioni bancarie continueranno a sostenere il Meridione

martedì 23 Giugno 2020 - 00:00
Terzo settore, le Fondazioni bancarie continueranno a sostenere il Meridione

Il Consiglio Acri rinnova il supporto alla Fondazione con il Sud per il quinquennio 2021-2025. Dal 2006 finanziate oltre 1.200 iniziative e messe in campo risorse per 229 milioni di euro

ROMA – Il Consiglio Acri ha deciso all’unanimità il rinnovo del sostegno quinquennale a Fondazione con il Sud per il periodo 2021-2025. “Nonostante le difficoltà che stanno gravando su tutti i territori, le Fondazioni di origine bancaria continuano a impegnarsi insieme per supportare la società civile del Mezzogiorno – si legge in una nota dell’Acri -. Il rinnovo del sostegno a Fondazione Con il Sud, nel consueto ammontare di 20 milioni di euro all’anno, che verranno ripartiti tra le Fondazioni finanziatrici proporzionalmente all’ammontare delle erogazioni dell’ultimo esercizio disponibile, dà seguito a quanto previsto nella mozione finale del Congresso Acri di Parma del 2018, che impegna l’Associazione e le Associate a “dare continuità al sostegno alla Fondazione con il Sud, per garantire le risorse economiche necessarie alla sua lodevole e positiva azione”.

Nel corso dei suoi 14 anni di attività, Fondazione Con il Sud ha dimostrato una grande capacità di cogliere le istanze provenienti dai territori, di mettere a punto meccanismi di intervento efficaci e innovativi e, soprattutto, di essere in grado di rappresentare un punto di riferimento per il sostegno alle iniziative del volontariato e del Terzo settore del Mezzogiorno”.
“Inoltre, la sua originale governance duale, che riunisce Fondazioni e Terzo settore, si è rivelata essere una formula vincente e costruttiva. Le Fondazioni sono quindi orgogliose dei risultati raggiunti da Fondazione Con il Sud, per il rigore dei processi erogativi, la virtuosa gestione economico-patrimoniale e la capacità di essere presente in modo innovativo e propositivo nel dibattito sul Mezzogiorno – prosegue la nota -. Anche per questo, nel 2016, le Fondazioni hanno deciso di affidare a Fondazione Con il Sud, tramite l’impresa sociale Con i Bambini da essa totalmente partecipata, la gestione del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile”.

“Proprio in questo periodo di grande difficoltà per tutto il Paese – ha dichiarato Francesco Profumo, presidente di Acri – le Fondazioni di origine bancaria non fanno mancare il loro sostegno alla Fondazione Con il Sud: un’iniziativa di sistema che tanti buoni frutti ha prodotto e che testimonia lo spirito di innovazione e la visione condivisa di solidarietà nazionale delle Fondazioni. Siamo convinti, infatti, che anche in questa fase di crisi, la Fondazione Con il Sud saprà accompagnare la società civile in una grande opera di riscatto e di rigenerazione fondata sulle comunità e sul capitale sociale di questi territori”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente della Fondazione Con il Sud, Carlo Borgomeo, per “una decisione che conferma il più consistente meccanismo di solidarietà Nord-Sud, realizzato da soggetti privati. Le Fondazioni di origine bancaria continuano a sostenere, con il coinvolgimento del Terzo settore, un modello di intervento nel Mezzogiorno che, progressivamente, sta introducendo nel quadro delle politiche per lo sviluppo del Sud, un approccio fortemente innovativo, basato sulla convinzione che la coesione sociale rappresenta una precondizione irrinunciabile per lo sviluppo economico, soprattutto nei territori più marginali e che, pertanto è in questo ambito che bisogna concentrare risorse ed energie. La decisione di Acri rappresenta per noi il riconoscimento del lavoro svolto, ma soprattutto uno stimolo a rafforzare e qualificare ulteriormente l’impegno per il conseguimento di una missione ambiziosa ed innovativa”.

Fondazione Con il Sud è nata nel 2006 da un accordo tra le Fondazioni di origine bancaria e le rappresentanze del Terzo settore e dei Centri di servizio per il volontariato. L’obiettivo della Fondazione è la cosiddetta “infrastrutturazione sociale” delle regioni meridionali del Paese, cioè il rafforzamento del capitale sociale delle comunità del Mezzogiorno attraverso l’attivazione delle energie del territorio, in particolare di quelle rappresentate dalle organizzazioni del Terzo settore.
Dall’anno di costituzione, la Fondazione Con il Sud ha finanziato oltre 1.226 iniziative e ha dato vita alle prime sei Fondazioni di Comunità del Mezzogiorno (Fondazione della Comunità Salernitana, Fondazione di Comunità di Messina, Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli, Fondazione di Comunità Val di Noto, Fondazione di Comunità San Gennaro di Napoli, Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani).

Le risorse messe complessivamente a disposizione, attraverso le numerose iniziative promosse, sono state pari a oltre 229 milioni di euro, con un valore medio unitario dei contributi assegnati di circa 185.000 euro. Ulteriori 43 milioni di euro sono stati destinati a bandi e iniziative in corso di implementazione e di 26 milioni di euro è la consistenza del Fondo di stabilizzazione delle erogazioni. Il patrimonio della Fondazione è passato dai 315 milioni di euro del 2006 ai 419 milioni di euro di fine 2019.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684