Troppi atti di vandalismo a Pozzallo, il sindaco Ammatuna chiede aiuto - QdS

Troppi atti di vandalismo a Pozzallo, il sindaco Ammatuna chiede aiuto

Stefania Zaccaria

Troppi atti di vandalismo a Pozzallo, il sindaco Ammatuna chiede aiuto

venerdì 03 Maggio 2019 - 00:05
Troppi atti di vandalismo a Pozzallo, il sindaco Ammatuna chiede aiuto

Il primo cittadino: “Necessario intervento più intensivo. Aumentare controlli e agenti della municipale”
Anche la Confcommercio si è schierata a fianco dell’Amministrazione comunale

POZZALLO (RG) – Da un lato si cerca di far ripartire la città, all’altro proliferano gli atti di vandalismo. Quella del sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna è una richiesta di aiuto per l’intensificarsi di atti di teppismo. Negli ultimi giorni, infatti, sono stati distrutti i vetri della scuola e della palestra Raganzino, è stato manomesso il quadro elettrico che serve il quartiere Vicci e si è misteriosamente spenta l’illuminazione pubblica del Corso Vittorio Veneto. Una serie di atti vandalici che sta aumentando in maniera esponenziale.

“Tutto ciò – ha sottolineato il sindaco, Roberto Ammatuna – crea preoccupazione ed è necessario un intervento più intensivo, in termini di presenza e vigilanza, delle forze dell’ordine perché è un problema che non può essere affrontato soltanto con l’impegno dell’Amministrazione comunale. Si fa fatica a garantire il controllo dell’entrata e dell’uscita delle scuole, così come è difficile controllare il corretto smaltimento dei rifiuti, il controllo veicolare nelle principali arterie urbane, a dare seguito alle segnalazioni di varia natura da parte dei cittadini, ecc. Anche in questo campo ci siamo attrezzati: sono già stati assunti due agenti di Polizia municipale e nel 2019 ne sono state previste altre quattro unità. Ci si augura che le procedure di assunzione non vengano rallentate così come accaduto nel passato”.

Considerato l’esiguo numero di agenti di polizia municipale, il sindaco e la Giunta stanno cercando di vigilare in prima persona quotidianamente “per cercare di prevenire i fenomeni di vandalismo che cercano di deturpare l’immagine della città. Di certo – ha aggiunto il sindaco – non possiamo continuare a permetterci che l’Amministrazione comunale lavori a testa bassa per affrontare e risolvere i problemi e tutto quello che produce venga poi distrutto. Un invito, quindi, alle forze dell’ordine affinché si intensifichi la loro presenza sul territorio, come prevenzione e deterrente per chi compie questi atti teppistici”.

Anche la Confcommercio si è schierata a fianco dell’Amministrazione comunale. “Quello che si sta verificando, in particolare la distruzione dei vetri della scuola e della palestra Raganzino, la manomissione del quadro elettrico del quartiere Vicci con lo spegnimento della pubblica illuminazione del corso Vittorio Veneto – ha evidenziato il presidente sezionale Giuseppe Cassisi – preoccupa anche gli operatori del nostro settore che sono stati in parte danneggiati da quanto accaduto. Concordiamo sul fatto che è necessario puntare sul potenziamento delle forze di polizia per cercare di prevenire ulteriori atti di vandalismo. E auspichiamo che, entro la fine dell’anno, possano essere assunti, così come sperato dall’Amministrazione comunale, altri quattro agenti di polizia municipale che andrebbero a potenziare l’organico e a scongiurare eventuali recrudescenze. Soprattutto ora che ci avviciniamo all’estate, come Confcommercio è opportuno che siano create le migliori condizioni per favorire l’attività degli operatori del settore e garantire la crescita dell’economia locale”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684