Vaccini, prenotazioni via email per i conviventi dei vulnerabili - QdS

Vaccini, prenotazioni via email per i conviventi dei vulnerabili

redazione web

Vaccini, prenotazioni via email per i conviventi dei vulnerabili

venerdì 19 Marzo 2021 - 07:50

A Catania l'indirizzo è vaccino.covid@aspct.it. A chi vive con i soggetti a rischio (nell'articolo, l'elenco) saranno somministrate dosi di Astrazeneca, visto che da oggi è ripresa la campagna

I conviventi dei soggetti estremamente vulnerabili, che hanno diritto alla vaccinazione insieme al loro familiare, dovranno prima di ricevere il vaccino nei punti di vaccinazione dell’Asp di Catania, prenotarsi inviando una email all’indirizzo vaccino.covid@aspct.it.

Lo ha reso noto l’Asp di Catania dopo che l’Aifa ha reso nota la ripresa della campagna vaccinale con AstraZeneca.

Nella email dovranno scrivere le proprie generalità e il nome del familiare con il relativo codice di esenzione.

Nel momento della somministrazione del vaccino dovranno esibite l’ autocertificazione.

Ai conviventi sarà somministrato il vaccino AstraZeneca, poiché quelli Pfizer e Moderna esclusivamente indicati alle categorie dei soggetti “estremamente vulnerabili” e “ultra 80enni”.

Chi sono i vulnerabili

Queste le patologie “estremamente vulnerabili” indicate dall’Asp di Catania secondo le disposizioni dell’assessorato regionale della Salute:

  • pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive;
  • pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza;
  • pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico;
  • pazienti oncologici e oncoematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di sei mesi dalla sospensione delle cure;
  • pazienti in lista d’attesa o trapiantati di organo solido;
  • pazienti in attesa o sottoposti a trapianto di cellule staminali emopoietiche dopo i tre mesi e fino a un anno;
  • pazienti trapiantati di cellule staminali emopoietiche anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l’ospite cronica, in terapia immunosoppressiva.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x