Violenza sulle donne, "Usare braccialetti elettronici per indagati" - QdS

Violenza sulle donne, “Usare braccialetti elettronici per indagati”

web-iz

Violenza sulle donne, “Usare braccialetti elettronici per indagati”

web-iz |
martedì 21 Dicembre 2021 - 13:06

Sono ancora troppe le vittime che, pur avendo denunciato, non hanno ricevuto giustizia. Dal tribunale di Milano l'invito a introdurre i braccialetti elettronici per gli indagati dei reati di genere.

Continua a dilagare il fenomeno della violenza sulle donne in Sicilia e nel resto del Paese. A Catania il primato delle denunce per atti persecutori. Troppe volte, però, le denunce delle vittime non vengono ascoltate a dovere. Il divieto di avvicinamento, talvolta disposto dai giudici, non si rivela sempre misura efficace a prevenire ulteriori episodi di violenza. Come accaduto per il caso di Vanessa Zappalà. Il tribunale di Milano invita all’impiego del braccialetto elettronico.

Il braccialetto elettronico

Va “valutata dal giudice” la “possibilità” di “ricorrere” ai braccialetti elettronici quando si dispongono “misure cautelari”, come il divieto di avvicinamento, nei confronti di “indagati-imputati di reati orientati da motivi di genere e contro la persona”, come “ulteriore presidio normativamente previsto” per il “rafforzamento delle esigenze di tutela della persona offesa”, favorendo le “attività di controllo” delle forze dell’ordine.

Lo scrive il presidente coordinatore del settore penale di Milano, Fabio Roia, in una nota inoltrata ai giudici e alla Procura e nella quale segnala che i dispositivi sono “disponibili” e non carenti.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684