Aggregare le imprese intorno a progetti e servizi innovativi - QdS

Aggregare le imprese intorno a progetti e servizi innovativi

Redazione in collaborazione con Confindustria Catania

Aggregare le imprese intorno a progetti e servizi innovativi

giovedì 28 Febbraio 2019 - 00:10
Aggregare le imprese intorno a progetti e servizi innovativi

Gli obiettivi della sezione Hi-tech e Ict di Confindustria Catania

Sinergia con istituzioni, università e centri di ricerca; reti con le imprese del territorio; rafforzamento delle politiche a sostegno dell’innovazione; ampliamento della base associativa.
Sono questi i temi chiave da cui riparte la sezione Hi-tech e Ict di Confindustria Catania che ha recentemente rinnovato i suoi vertici. Il neo presidente, Giuseppe Sorbello, presidente di Xenia Progetti (società attiva da oltre 25 anni nel settore information e communication technology), sarà affiancato da Francesco Rizzo (Cepa), che ricopre la carica di vicepresidente, e Francesco Caizzone (STMicroelectronics).
“La sfida principale è quella di aggregare imprese attorno a progetti e servizi innovativi che possano fare da leva strategica per la competitività – afferma Sorbello -. E se la crisi degli ultimi anni ha assottigliato il numero di aziende attive nel territorio, oggi è il momento di unire le forze, fare rete e rafforzare la nostra base associativa”.
Ma non solo. Un passaggio importante riguarda la capacità progettuale e di proposta delle imprese. “L’associazione – sottolinea Sorbello – può svolgere un ruolo attivo quale interlocutore di riferimento nell’elaborazione delle strategie regionali per l’innovazione, che certamente passano anche dal sostegno alla creazione dei centri di competenza previsti dal piano Industria 4.0”. E in un momento in cui la congiuntura economica rende gli scenari sempre più incerti, il coinvolgimento degli attori dello sviluppo, pubblici e privati è fondamentale.
“L’idea è quella di avviare un momento di confronto aperto al contributo dei privati e delle istituzioni – prosegue Sorbello – che faccia da apripista agli stati generali dell’innovazione, un tema cruciale per lo sviluppo, questo, perché trasversale a tutti i settori produttivi. L’ossatura del tessuto economico siciliano è rappresentata per lo più da aziende di medie, piccole e piccolissime dimensioni che vanno accompagnate nel processo di trasformazione digitale. In questo contesto, la sinergia con il Digital Innovation Hub Sicilia, attivo nella sede di Confindustria Catania, può portare il giusto valore aggiunto”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684