A Librino una pista ciclabile da 1,8 km “Bella, ma occorre legarla al centro” - QdS

A Librino una pista ciclabile da 1,8 km “Bella, ma occorre legarla al centro”

Melania Tanteri

A Librino una pista ciclabile da 1,8 km “Bella, ma occorre legarla al centro”

sabato 12 Ottobre 2019 - 00:02
A Librino una pista ciclabile da 1,8 km “Bella, ma occorre legarla al centro”

Manca poco all’apertura. Si fa strada l’idea di affidarla in gestione all’associazione Briganti. L’assessore Arcidiacono fa il punto sui percorsi in cantiere e sulle nuove tratte del Brt

CATANIA – Quasi pronto il primo tratto di pista ciclabile a Librino. Il progetto, finanziato con fondi del Pon Metro e avviato dalla passata amministrazione, sta essere completato. Come conferma l’assessore comunale alla Mobilità, Giuseppe Arcidiacono che fa il punto sui cantieri attualmente aperti e sui prossimi che vedranno la luce.

“La pista ciclabile all’interno del quartiere di Librino, lunga circa 1.800 metri, sta per essere ultimata – afferma il delegato del sindaco Pogliese: manca solo la parte a verde per consegnare l’opera”. Che probabilmente, per manutenerla e sorvegliarla, potrebbe essere affidata in gestione ai Briganti, associazione sportiva che opera all’interno della zona, la cui sede si trova limitrofa alla nuovissima pista ciclabile. “È un’idea – spiega ancora l’assessore – ne dovrò parlare con il sindaco, ma ritengo che occorrano occhi vigili di chi vive e lavora qui per poterla mantenere in buone condizioni”.
Una buona notizia, anche se sono molte le critiche sollevate non tanto alla realizzazione dell’opera, invocata da più parti, ma per il fatto che la stessa non è collegata con il centro della città, ma risulta una sorta di circuito chiuso. “Sembra fatta pure bene – sottolinea Andrea Tartaglia, che si occupa di mobilità sostenibile – però occorre che sia legata a una rete che porti in centro, se no rimane fine a se stessa”.

Concetto condiviso dalla presidente di Legambiente Catania, Viola Sorbello. In ogni caso, l’assessore Arcidiacono evidenzia come la parte in via di realizzazione sarà implementata da un ulteriore tratto di ciclabile, lungo circa 800 metri. “La pista è molto bella e sarà completata di altri 800 metri, da realizzare sempre con i fondi del Pon Metro – conferma – anche se, per questo secondo tratto, i lavori non sono ancora partiti”.

Il responsabile della Mobilità per il Comune di Catania illustra anche i prossimi passi per la sistemazione del percorso ciclabile al lungomare. “Con fondi provenenti da altro finanziamento, circa 110 mila euro, procederemo alla riqualificazione della pista del lungomare, ma attendiamo il completamento dell’allaccio del canale di gronda, per evitare che il cantiere possa creare danni”.

Per il percorso riservato alle biciclette in centro storico, invece, un tratto di meno di un chilometro che va da piazza Stesicoro alla Stazione centrale, ci sarà ancora da attendere.

Ma Arcidiacono si sofferma anche sulle iniziative avviate per la realizzazione di nuove corsie riservate per gli autobus veloci, i cosiddetti Brt; il primo già realizzato, che collega piazza Stesicoro con il parcheggio Due Obelischi, sarà riqualificato, mentre si pensa a realizzarne di nuovi, uno dei quali previsto lungo il viale Mario Rapisardi. Ma solo dopo aver messo a parte la cittadinanza e tutti gli attori coinvolti.

“Forti dell’esperienza di Viale Vittori Veneto – sottolinea – ho convocato incontri propedeutici con cittadini e associazioni, per concertare e concordare alcuni aspetti. Invito anche le istituzioni a supportare questo genere di iniziativa – aggiunge – la cui realizzazione non sarà semplice perché si dovrà rivoluzionare molto in quell’area, a cominciare dalle pessime abitudini dei cittadini, che sono soliti posteggiare in doppia e tripla fila, passando per gli abusivi, ancora presenti al Viale nonostante i controlli. Sarà un percorso lento – conclude – ma efficace”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684